Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Kvaratskhelia furioso con i tifosi: “Mi dicono cose assurde”

Kvaratskhelia l'oro di Napoli, insegue Cristiano Ronaldo e punta Haaland

Il fuoriclasse del Napoli Kvaratskhelia ha parlato in una lunga intervista anche di alcune critiche piuttosto assurde nei suoi confronti.

Khvicha Kvaratskhelia è l’uomo del momento. Autore fin qui di una stagione staordinaria, l’asso georgiano è già diventato il nuovo idolo di Napoli. Le sue invenzioni fatte di dribbling ubriacanti, accelerazioni improvvise e lampi di genio ogni week end fanno impazzire il pubblico del Maradona.

Kvaratskhelia l'oro di Napoli, insegue Cristiano Ronaldo e punta Haaland
Kvaratskhelia l’oro di Napoli (ANSA)

Il 2001 georgiano ha rilasciato una lunga ed esclusiva intervista a Gt e Crocobet, regional partner del club, che hanno realizzato un lungo documentario dedicato proprio al calciatore del Napoli e ai suoi primi ottimi mesi in azzurro.

Napoli, ecco come Kvaratskhelia risponde alle critiche

Infortunio Kvaratskhelia, Napoli in subbuglio: la particolare reazione dei tifosi
Kvaratskhelia, giocatore del Napoli (ANSA)

“I tifosi del Napoli sono straordinari: mi incoraggiano e mi supportano tantissimo, quando mi incontrano vogliono delle foto, gli autografi, mi riempiono di calore ed affetto. Sento così tanto amore che devo fare in modo di restituirlo quando gioco di fronte a loro allo stadio. Faccio di tutto per renderli felici, è una grande responsabilità. Non cammino molto spesso per la città, i tifosi sono innamorati dei calciatori in generale, non solo nei miei confronti. È la prima cosa che ho notato al mio arrivo a Napoli. Vivono di calcio, non importa l’età: possono avere 70 anni, uomini o donne, tutti sanno tutto sul calcio. Anche durante la partita, quando rientriamo negli spogliatoi, i tifosi cantano e ci sostengono, quindi devi dare sempre il massimo per questa squadra”.

Dal suo arrivo in Italia, però, oltre ai numerosissimi elogi per l’inizio di campionato sorprendente, per Kvaratskhelia è arrivata anche qualche critica. Si sa, quando un calciatore abitua a rendimenti di altissimo livello, bastano un paio di prestazioni nella norma per dar vita a qualche commento negativo. La forza del georgiano, però, sta proprio nel non farsi toccare da queste situazioni. “I gesti che faccio in campo? Sono cose personali, ma le dirò lo stesso: le mani dietro le orecchie sono per i commenti negativi che vengono detti su di me, spesso sono assurdi e mi danno la motivazione a fare molto di più. Generalmente provo a non leggere i commenti sui social, non perchè mi condizionano. I commenti negativi li uso per motivarmi. Quando me li scrivono, vorrei andare subito a giocare allo stadio per dimostrare quanto valgo“.

Mentalità e coscienza dei propri mezzi. Queste sono le armi che permettono ad un calciatore di distinguersi dalla massa e di raggiungere risultati e traguardi che solo in pochi si possono permettere. Il talento di Kvaratskhelia non è solo nei piedi, ma soprattutto nella testa, quella che ti permette di comandare qualsiasi contesto e situazione. Il futuro del georgiano è roseo e il Napoli se lo vuole godere.

Gestione cookie