Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Juve, è crisi con Rabiot: le sirene inglesi allontanano il rinnovo

Juve

Juve alla ricerca di un equilibrio tattico e del recupero degli infortunati in vista della ripresa del campionato. Intanto la possibile rottura con Rabiot preoccupa.

Essere fuori dalla Champions League anticipatamente e a 10 punti di distanza dal Napoli capolista, è ciò che nessuno si sarebbe mai aspettato dalla Juventus di Massimiliano Allegri. Nonostante un suntuosa campagna acquisti, gli infortuni e qualche problema di mentalità che la squadra di porta dietro dal passato, hanno rallentato il processo di crescita e quell’ottenimento dei risultati che tutti si sarebbero aspettati.

Juve
Rabiot (Ansa)

Da gennaio, approfittando anche dello scontro diretto al ‘Maradona’, la squadra di Allegri dovrà provare a dare una svolta alla stagione, cercando di ritornare in lotta per lo scudetto e, magari, vincere quella Europa League che sa tanto di riscatto internazionale. Intanto però, c’è il problema Rabiot che attanaglia i bianconeri. Una questione che rischia di non risolversi in tempo.

Juve, è crisi con Rabiot

Juve
Rabiot (Ansa)

Con un contratto in scadenza a giugno 2023, il centrocampista francese sta valutando alcune soluzioni per il proprio futuro. Serie A? Premier League? Liga? Questo non si sa, anche perché tutto dipenderà da un solo fatto: il denaro. Il club che lo accontenterà economicamente, lui lì andrà. Non è una questione di progetto, a quanto pare, ma di trovare la soluzione economica più soddisfacente.

Dal canto suo, la Juventus sarebbe pronta a rinnovargli il contratto, forte della volontà di Massimiliano Allegri di puntare ancora su di lui. Peccato che tra domanda e offerta c’è ancora molta differenza. Le buone prestazioni con la Francia, portano a pensare ad un suo addio già a gennaio, consentendo così ai bianconeri di non perderlo del tutto a parametro zero. Un qualcosa da non escludere, soprattutto se le offerte giungessero dalla Premier League, campionato che l’ex PSG vede di buon occhio.

Gestione cookie