Leao-Milan, rinnovo sempre più in salita: la mossa dell’agente è chiara

E’ sempre più in salita il rinnovo contrattuale di Rafael Leao: la nuova mossa dell’agente del portoghese, Mendes, è fin troppo chiara

Un fuoco di paglia. Con quattro vittorie di fila, tra campionato e Champions League (andata degli ottavi di finale contro il Tottenham) il Milan aveva illuso di essere definitivamente guarito. Invece lo stop di Firenze, con la Fiorentina che ha meritato la vittoria per 2-1, ha riportato alla dura realtà: i rossoneri non si sono affatto liberati dei loro mali di…stagione.

Leao giochi potere
Leao, rinnovo sempre più in salita (TvPlay.it)

Una battuta d’arresto, che è stata un brutto risveglio, che arriva nel momento più delicato, vero spartiacque della stagione dei rossoneri, a rischio di non staccare il pass per la prossima edizione della “Coppa dalle grandi orecchie” (attualmente il Milan condivide il quarto posto con la Roma), attesi, mercoledì, dal return match, nella bolgia del “New White Hart Line“, degli ottavi di finale della Champions League contro il Tottenham di Antonio Conte dove dovrà essere difeso con le unghie e con i denti il vantaggio acquisito all’andata con la vittoria per 1-0.

Leao-Milan, rinnovo sempre più in salita: Mendes lo offre al Real Madrid

Se la la retroguardia rossonera avrà il suo bel da fare con gente del calibro di Harry Kane, che è appena diventato il migliore marcatore all time degli Spurs superando Jimmy Greaves, che ebbe una fugace parentesi in Italia proprio con la maglia del Milan, appena 10 partite condite però da 9 gol, Son e Richarlison, anche gli attaccanti sono chiamati a ritrovare quella vena smarrita negli ultimi match (anche a Firenze il gol della bandiera lo ha realizzato Theo Hernandez, non un attaccante).

Leao Real Madrid
Jorge Mendes, agente di Leao (TvPlay.it)

In particolare, è Rafael Leao che deve darsi una scossa: da quando è ritornato dai Mondiali in Qatar, dove ha realizzato le prime reti con la maglia della Nazionale lusitana, è l’ombra del calciatore che nel rush finale della scorsa stagione ha trascinato i rossoneri alla conquista dello scudetto. A parte il primo match del 2023 contro la Salernitana dove ha aperto le marcature, in campo al suo posto è sempre sceso il suo gemello non talentuoso.

D’altra parte, come dimostrano i numeri, per il Milan è fondamentale che il portoghese ritorni ai suoi livelli: con lui in campo la media punti è di 2.2 che scende a 1.2 senza il portoghese. Tuttavia in questo momento a pesare di più sono altri numeri, quelli del rinnovo contrattuale del portoghese che vive una fase di stallo per uscire dalla quale il suo agente, Jorge Mendes, lo ha offerto al Real Madrid.

Più che altro una mossa per forzare la mano al Milan, che non si smuove dall’offerta di 6.5 milioni di euro, anche perché i blancos nel ruolo di Leao hanno una star come Vinicius senza contare che hanno altri obiettivi (Bellingham) e che soprattutto non sono nelle condizioni di avanzare un’offerta monstre ai rossoneri e a Leao che è alla disperata ricerca di un club che gli offra una soluzione per i 19.5 milioni di euro che deve allo Sporting Lisbona a titolo di risarcimento. Dunque, a conti fatti, una pista, quella che porta alla Casa Blanca, decisamente improbabile.

Impostazioni privacy