Inter, ecco il nuovo Thuram: per giugno ancora un colpo a zero

Inter, dopo Thuram si studia un nuovo parametro zero: ecco chi è l’obiettivo a giugno che sarebbe un colpaccio per la compagine di Simone Inzaghi.

L’Inter pensa a fare bene nel presente, ma anche a costruire la squadra del futuro, investendo somme di denaro importanti, come fatto con Frattesi, ma anche muovendosi nell’ombra e approfittando di colpi a parametro zero, per allungare la rosa con nomi di livello ma senza spendere denaro.

Questo è successo con Marcus Thuram, che ha scelto di lasciare il Gladbach in estate alla ricerca di nuovi stimoli, decidendo quindi di non rinnovare il contratto con il club tedesco.

In maglia nerazzurra è partito alla grande, sostituendo Romelu Lukaku non solo sotto il punto di vista numerico, ma anche per quanto riguarda le qualità in campo, segnando con costanza e servendo passaggi vincenti con una continuità spaventosa.

Thuram a zero, ma anche Sanchez e Cuadrado: a giugno ne arriva un altro?

Se l’arrivo di Thuram davanti è certamente utile, specie per le modalità con le quali è stato preso, la dirigenza nerazzurra lavora a replicare quanto di nuovo fatto investendo anche in mezzo al campo.

Soucek
Inter, ecco il nuovo Thuram: per giugno ancora un colpo a zero – (LaPresse, TvPlay)

A giugno, difatti, andrà in scadenza di contratto il centrocampista della Repubblica Ceca Soucek, che lascerà il West Ham scegliendo di non prolungare.

Un profilo molto interessante per Simone Inzaghi, che gli permetterebbe di aggiungere al roster dei centrocampisti un calciatore che in questo momento non ha: a differenza di tutti gli altri calciatori che occupano la metà campo nerazzurra, infatti, lui è fisicamente dotato, grazie al suo metro e novantadue ed ha caratteristiche prettamente difensive e di ripiego.

Un unicum per quella zona del campo a disposizione del tecnico ex Lazio che ad oggi ha solo calciatori di massimo 180 centimetri e soprattutto quasi tutti principalmente offensivi.

In realtà la situazione legata al centrocampista oggi in maglia granata è meno semplice di quanto sembra: il club, infatti, qualora volesse impuntarsi, avrebbe dalla sua la possibilità di prolungare l’accordo di un ulteriore anno senza dover necessariamente passare dal calciatore, una cosa che i londinesi non vorrebbero fare però, evitando di trattenere pedine controvoglia che danneggerebbero spogliatoio e umore.

Per questo se la compagine dovesse decidere di ascoltare il mediano, allora tutto girerà intorno alla decisione di quest’ultimo. Prendendo Soucek a zero si andrebbe a rinforzare enormemente un reparto già molto competitivo, con il ceco che si alternerebbe davanti alla difesa con Hakan Calhanoglu, garantendo in alternativa niente male, del livello del turco.

Sarebbe un modo per crescere per il club lombardo, ma forse anche la mossa che metterebbe ai margini del progetto Asslani una volta per tutte. Ausilio si è espresso dicendo che se è stato acquistato è perché viene considerato da Inter e che l’addio di Brozovic è stato fatto per lasciare più spazio all’albanese, ma di possibilità non sembra che l’ex Empoli ne abbia avute così tante, con una maglia da titolare che resta un miraggio già oggi e che con l’arrivo di Soucek potrebbe diventare praticamente impossibile.

Impostazioni privacy