“Per 10 anni alla Juve”, tifosi bianconeri in estasi

La Juventus ascolta con piacere le parole che sono state riferite e anche i tifosi restano decisamente contenti. Ecco cos’è stato dichiarato.

La Juventus sta procedendo a gonfie vele in campionato; la stagione 2023/24 è quella della svolta dopo la scorsa completamente da dimenticare ed il secondo posto attuale sta alimentando il sogno scudetto sebbene l’obiettivo sia rientrare nelle prime quattro come dichiarato più volte da dirigenza e tecnico.

Ma è chiaro che si punta anche e soprattutto a vincere lo scudetto. In tutta questa situazione di ritrovata serenità e di competizione continua, si vanno a inserire dichiarazioni che stanno scaldando in particolar modo il cuore dei tifosi. Protagonista del discorso, legato al mondo Juve ovviamente, è stato Andrea Cambiaso.

Il giocatore dopo una stagione in prestito al Genoa ed una in prestito al Bologna, è tornato alla base bianconera e sta facendo in questi mesi la differenza alla corte di Allegri che ha perciò deciso di dargli fiducia. Non stupiscono del tutto allora le parole di Mauro Tassotti, suo ex vice allenatore ai tempi liguri, che lo esaltano non solo per le sue capacità e qualità da giocatore ma anche e soprattutto per le qualità del calciatore. I tifosi bianconeri non possono far altro che essere contenti.

La Juventus può sorridere: l’annuncio di Tassotti su Cambiaso

Mauro Tassotti, vice allenatore di Shevchenko, ha allenato e seguito da vicino Andrea Cambiaso nell’esperienza al Genoa nella stagione 2021/22. E di lui conserva un ottimo ricordo. Non è un caso allora che alla ‘Gazzetta dello Sport’ si sia così espresso sul giovanissimo esterno bianconero.

Cambiaso annuncio Tassotti
Andrea Cambiaso, l’annuncio di Tassotti: tifosi in delirio (Ansa Foto) – Tvplay

È umile e serio, ha un profilo da big. Lo vedo alla Juventus per i prossimi dieci anni. Per quanto riguarda il suo ruolo, posso dire – ha svelato Tassotti – che Cambiaso è un esterno: quinto nel 3-5-2 o terzino in una difesa a quattro“. Parole queste che faranno certamente piacere ai tifosi che in lui vedono il futuro del proprio club.

Poi Tassotti lo ha paragonato anche a un grande del calcio italiano. “Non ho ancora capito se Cambiaso se sia destro o mancino. Un po’ come succedeva con Paolo Maldini, che però – ha svelato – era molto più strutturato fisicamente, aveva un carisma incredibile ed era fortissimo anche difensivamente tanto da aver chiuso la carriera da centrale“.

Fin da subito – ha poi concluso Mauro Tassotti – mi colpì la capacità di Andrea di giocare indifferentemente tanto a sinistra quanto a destra. E soprattutto l’abilità nel saper calciare con entrambi i piedi“.

Impostazioni privacy