Il ritorno di Ibra al Milan è ufficiale, ma lui ancora non si vede: cosa sta succedendo

Ibrahimovic-Milan è ufficiale, ma lui ancora non si vede: cosa sta succedendo. L’ex fuoriclasse è tornato in rossonero come super consulente

È tornato dove avrebbe voluto tornare già da tempo. Al termine di una lunga ed estenuante trattativa con i vertici della società, Zlatan Ibrahimovic ha fatto ritorno al Milan. Ovviamente non da calciatore, visto che a maggio scorso l’ormai ex fuoriclasse svedese ha ufficialmente appeso gli scarpini al chiodo. Bensì con un ruolo che può essere definito una via di mezzo tra quello di un dirigente e una sorta di super consulente. Ibra, tanto per intenderci, non avrà un suo ufficio nella sede sociale, ma ogni sua iniziativa farà comunque riferimento alla proprietà, nella figura del patron di RedBird Gerry Cardinale.

Come riportato dal Milan in una dettagliata nota ufficiale, l’ex campione svedese ricoprirà il ruolo, finora inedito, di “Senior Advisor” della proprietà guidata da RedBird. Ibrahimovic dunque lavorerà a strettissimo contatto e in totale coordinamento con Cardinale e andrà a svolgere un ruolo attivo nelle operazioni sportive e commerciali del club. Nelle intenzioni del Milan l’ex attaccante dovrà contribuire a rafforzare, così è scritto, la cultura vincente della società rossonera.

Milan-Ibrahimovic, c’è un giallo? Lo svedese non va a Milanello, le motivazioni ufficiali

Non poteva mancare un riferimento al nuovo futuro stadio di proprietà che il Milan intende costruire nei prossimi anni. Zlatan si impegnerà a promuovere alcuni progetti legati direttamente alla realizzazione del nuovo impianto di proprietà. Ma dove realmente l’ex fuoriclasse di origini bosniache vuole incidere e influire è la prima squadra. Ibrahimovic è convinto di poter aiutare concretamente Stefano Pioli nella gestione del gruppo: il rischio però è che lo stesso Ibra, alla luce della sua debordante professionalità, possa mettere in discussione il ruolo di guida tecnica dell’allenatore emiliano.

Pioli-Ibra, salta l'incontro
Il tecnico del Milan Stefano Pioli – TvPlay.it

La società garantisce che questa confusione di ruoli non avverrà mai e che anzi, la presenza all’interno dello spogliatoio rossonero di Ibrahimovic non potrà che restituire slancio ed entusiasmo a squadra e staff tecnico. Il problema però è che il tanto atteso ‘sbarco’ dello svedese a Milanello non è ancora avvenuto: è stato rinviato a data da destinarsi il tanto atteso primo incontro a Milanello con lo stesso Stefano Pioli e tutta la squadra rossonera previsto per la giornata di sabato.

Secondo quanto appreso da Milannews.it, lo svedese, che già ieri doveva presenziare nel centro sportivo di Carnago, non è presente  a causa di un leggero attacco influenzale. Nessun giallo, dunque, stando a quanto filtra dalla società.

Impostazioni privacy