Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Viviano a TVPLAY: “Nel caso Cristiano Ronaldo hanno perso tutti. Vi dico il portiere per la Juventus”

Emiliano Viviano

Il portiere del Karagumruk Emiliano Viviano è intervenuto ai microfoni di calciomercato.it in onda su Twitch TvPlay. 

Durante la diretta Twitch di Calciomercato.it su TvPlay, il portiere Emiliano Viviano ha parlato della rescissione di Cristiano Ronaldo. Queste le sue parole.

Emiliano Viviano
Emiliano Viviano a TvPlay

LA RESCISSIONE DI RONALDO – “Credo fosse nell’aria, sono molto curioso di capire dove possa andare, penso si sia già organizzato. Non ha probabilmente deciso tutto ma ha già messo le mani avanti”.

LE CONSEGUENZE – “Secondo me il Manchester United una punta la prenderà, se non sbaglio in estate hanno cercato Arnautovic. Gli manca un attaccante con certe caratteristiche. Magari prenderanno un giovane che non dia troppo fastidio se sta in panchina. Non è poi tanto la questione Cristiano Ronaldo calciatore, penso che farebbe ancora la differenza al Real Madrid, però è un catalizzatore, deve avere una squadra che gli permetta di stare a sinistra quando vuole stare a sinistra, etc… in questo momento probabilmente i top club non si sentono in grado di dargli la squadra”.

HANNO VINTO TUTTI? – “Sì, ma anche perso, quello che fa lui non mi è piaciuto, ma quello che fa lo United è anche peggio, rimuovere il murales di un giocatore che ha vinto tutto mi sembra una sciocchezza. Per quanto io creda che l’allenatore può fare ciò che crede meglio per la squadra mettere CR7 all’89’ è mancargli di rispetto. Non sono un suo grande estimatore, ma credo che per un giocatore che ha vinto cinque palloni d’oro serva rispetto. In Uno degli estratti dell’intervista dice che gli piace avere più follower di Messi, è chiaro che sente la rivalità, non puoi tenerlo in panchina”.

CRISTIANO RONALDO PERSONA – “Le etichette talvolta sono anche sbagliate, però Cristiano Ronaldo sappiamo com’è fatto, è un’azienda, ha un ego spropositato, gioca per fare gol e per sé stesso ma non in maniera egoistica. Se lo prende la Roma, lasciamo stare Bayern Monaco e Chelsea, la Roma si prende Cristiano Ronaldo, con tutto ciò che ne consegue su introiti e visibilità. Investimenti United? Stiamo parlando di una società che non so quanto ha speso per arrivare al massimo quarto”.

MESSI – “Io ho i miei canali per sapere le cose e so benissimo che non è come è venuta fuori la storia tra Messi e il Barcellona. Lui non ha fatto polemica ha fatto le valige ed è andato a Parigi, è stato un signore. Quello che non mi è piaciuto di Ronaldo è l’intervista, perché poteva farlo anche in privato. Però siccome è fatto in un certo modo lui lo ha fatto così, però per esempio la vicenda Messi alla fine fu simile, poi non potevi non farlo giocare perché sarebbe come staccare il crocifisso dalla Chiesa, ma il presidente del Barcellona gli fece una guerra incredibile. A quel livello lì mi piace chi riesce a gestire la cosa senza tirare fuori l’ego. E’ successo anche a me di andare via da un posto dove avevo tutte le ragioni del mondo e per l’affetto che avevo del posto non ho detto niente e sono andato via”.

AL-DAWSARI – Quando arriva un giocatore, un dieci in questo caso, che conoscono in pochi, da noi, in Arabia è molto conosciuto, si dice sempre che se lo avesse fatto l’altro dieci in campo se ne sarebbe parlato in continuazione. Però l’altro dieci mi sembra che ne abbia fatto più di qualcuno di quel tipo come gol”.

ANEDDOTO – “Questa cosa riguarda un allenatore famoso del campionato italiano. Una volta disse a un suo attaccante che tutti gli anni faceva 25 gol e dopo l’ennesima critica l’attaccante gli ha risposto sì ma si arriva sempre settimi. Non è il caso di Cristiano Ronaldo ma nel calcio ci sono più dinamiche, non conta solo il gol”.

LLORIS O MAIGNAN? – “Avrei fatto comunque giocare Lloris, è campione del Mondo, capitano, titolare fisso, ci sono dinamiche da rispettare. La scelta di Lucas Hernandez e non Theo viste le defezioni e l’assetto della Francia mi sembra logica”.

PORTIERI JUVENTUS, CARNESECCHI O VICARIO? – “”Generalmente come portiere mi piace di più Carnesecchi di Vicario. Però Vicario ha fatto due campionati mentre Carnesecchi in A ha fatto appena qualche partita. Non voglio sembrare irrispettoso, c’è da dire anche che Vicario l’anno scorso è stato il portiere con più parate in Europa, ma giocando in una maniera diversa da quella che c’è in club come Juventus o Roma, cambia un po’ il mondo, il tipo di gioco, lo stare sotto stress, poi se fossi in una di queste società comunque prenderei Vicario, è bravo, ma mi piace di più Carnesecchi”.

PARAGONE MESSI CON MARADONA – “Lui non è quella roba lì, nessuno è quella roba lì”.

LA DEBACLE DELL’ARGENTINA – “Quello che contesto è che una squadra che si considera forte e si considera tra le favorite prende il secondo gol al 56’ ha perso subito la pazienza, ha smesso di giocare, ha iniziato a fare cambi di gioco, giocate dirette. Se riuscivano a uscire alla pressione invece con quattro passaggi arrivavano in porta. Poi se ne parla tanto perché è Argentina-Arabia Saudita, fosse stato Galles-Arabia Saudita parleremo di furto, ma ha perso l’Argentina. Io ho visto dieci minuti del primo tempo e ho girato sul 2-1, da lì non ho visto più uscire l’Arabia Saudita dalla sua area dalla propria area e neanche per i primi dieci minuti li avevo visti uscire. Detto che comunque c’è stato grandissimo coraggio, grandissima esperienza, un ct che ha vinto due Coppe d’Africa con due nazionali diverse. Per l’Arabia Saudita tanto di cappello, perché poteva perdere 8-0. Se però dobbiamo giudicare la gara senza considerare chi era in campo è una partita che non si può commentare”.

 

dirette costanti ogni giorno da tutto il mondo

TvPlay.it proprietà di WEB 365 Srl – Piazza Tarquinia 5 – 00183 Roma RM – P.Iva IT12279101005 – redazione@tvplay.it
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma con numero 62/2023 del 17/04/2023

Gestione cookie