Lazio, individuato l’erede di Luis Alberto. E se va via Milinkovic-Savic…

Lazio, individuato l’erede di Luis Alberto. E se va via Milinkovic-Savic…

La Lazio inizia a programmare il futuro in vista delle possibili partenze delle due stelle Luis Alberto e Milinkovic-Savic.

Porte girevoli e piccola rivoluzione a centrocampo in vista per la Lazio di Maurizio Sarri. Si fanno sempre più concrete le voci di due possibili addii decisamente pesanti: Luis Alberto e Sergej MilinkovicSavic.

LUIS ALBERTO SARRI LOTITO LAZIO TVPLAY 20221117 ANSA (1)
Luis Alberto, detto il Mago, centrocampista dei biancocelesti (ANSA)

Se per lo spagnolo ci sono tutte le condizioni per un suo addio già nel mercato di gennaio, con diverse squadre della Liga interessate, per il serbo la situazione è un po’ diversa. La corte della Juventus è ormai nota ai più, ma l’impressione è che in questo momento i bianconeri debbano fare una cessione pesante prima di poter tornare con forza sul mercato.

I 70 milioni richiesti da Lotito, infatti, sono decisamente troppi per le attuali casse della Juve, ma ciò non toglie che la Vecchia Signora nel prossimo mercato estivo possa tentare l’affondo per portare a disposizione di Allegri uno dei centrocampisti più forti del nostro campionato.

Lazio, ecco chi è l’erede di Luis Alberto

Ivan Ilic, centrocampista dell’Hellas Verona (ANSA)

In vista dei possibili addii di Luis Alberto e Milinkovic-Savic, la formazione biancoceleste vuole già correre ai ripari, piazzando un tassello molto importante per il centrocampo del futuro. Ecco perché il giocatore serbo Ivan Ilic potrebbe essere l’uomo giusto in vista della prossima finestra di calciomercato. Lotito e Tare, che hanno già provato ad acquistarlo la scorsa estate, sarebbero pronti a puntare forte su di lui, soprattutto se riusciranno a monetizzare dalla cessione di Luis Alberto almeno 20 milioni di euro.

Questo perché il presidente dell’Hellas Verona Maurizio Setti è stato chiaro: per vendere il suo gioiello si parte almeno da una base di 25 milioni, di certo non brustolini. La formazione veneta si trova al momento ultima in classifica e per salvare la pelle non ha di certo intenzione di perdere un altro dei suoi giocatori migliori, a meno di offerte irrinunciabili. Ilic è costato alla società scaligera 10,8 milioni di euro e al momento della cessione, a prescindere dalla cifra incassata, altri 4,8 milioni andranno a finire nelle casse del Manchester City, club che ha mantenuto una percentuale sulla futura rivendita. Spiegato dunque il motivo per cui solo un’offerta importante potrà essere presa in considerazione.

Tutto rimandato a gennaio dunque, quando verranno mosse le prime pedine sul mercato e anche i biancocelesti potranno capire come muoversi per sferrare o no l’assalto decisivo a Ivan Ilic: è lui il prescelto per sostituire Luis Alberto ed eventualmente il connazionale Milinkovic-Savic.

 

 

Gestione cookie