Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Nautica, torna la Monaco Energy Boat Challenge

Monaco Energy Boat Challenge decima edizione
Dal 3 all’8 luglio, torna la “Monaco Energy Boat Challenge”, il meeting annuale sulle fonti energetiche alternative
Non esiste solo la Formula E,  il campionato iridato riservato appunto alle monoposto alimentate a propulsori elettrici. Come meeting annuale sulle fonti energetiche alternative, infatti, torna, dal 3 all’8 luglio 2023 e organizzata dallo “Yacht Club de Monaco” in collaborazione con la Fondazione “Principe Alberto II” di Monaco e con il supporto di Credit Suisse, BMW, SBM Offshore e del cantiere Oceanco, la “Monaco Energy Boat Challenge”.
Ampio il ventaglio di novità e di innovativi progetti per celebrare degnamente i dieci anni della challenge i cui primi avanguardistici prototipi sono stati tradotti in prodotti di serie commerciabili aprendo così la strada a un futuro più ecosostenibile.
Monaco Energy Boat Challenge decima edizione
Dal 3 all’8 luglio la decima edizione della “Monaco Energy Boat Challenge” (TvPlay.it)
Del resto, come ribadito dal Principe Alberto II di Monaco, Presidente dello “Yacht Club de Monaco”, “di fronte all’emergenza climatica è imperativo che la prova vivente del progresso si sostituisca alle promesse per garantire e trasmettere un’eredità di qualità alle generazioni future”.

Nautica, torna la “Monaco Energy Boat Challenge”: al via anche i team di Genova e Messina

Quindici università, di dieci diverse nazionalità, e due team di settore, per un totale di 17 squadre, hanno già ricevuto il via libera del comitato tecnico, che ha esaminato 19 dossier, con i concorrenti che saranno divisi in 3 categorie: Solar Class, Open Class e Energy Class.
Monaco Energy Boat Challenge team Genova Messina
“Monaco Energy Boat Challenge”, al via anche i team di Genova e Messina (TvPlay.it)
Tra i partecipanti figura anche il team dell’Indian Institute of Technology Madras con il suo progetto di propulsione ibrida a batteria a idrogeno e con la prospettiva di sviluppare in futuro un sistema in grado di catturare l’energia delle onde utilizzando sospensioni rigenerative. Al suo fianco, tra gli altri,  i francesi e i tedeschi con nuove squadre nonché il team “Sea Sakthi” dell’indiano “Kumaraguru College of Technology” che gareggerà per il secondo anno consecutivo mentre sono al debutto i team di Genova e Messina.
Ideata per rafforzare i legami tra l’industria nautica e i team universitari in competizione, questa iniziativa consente agli esperti del settore di fornire ai partecipanti utili e mirati consigli per i loro progetti a integrazione dell’ormai consolidato “Job Forum“, interfaccia tra i professionisti del settore e gli ingegneri nautici del futuro.
Gestione cookie