Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Mourinho col freno a mano, Sarri in rampa di lancio: il punto su Roma e Lazio

Mourinho saluta Sarri

La Roma di Josè Mourinho e la Lazio di Maurizio Sarri stanno vivendo momenti diversi in questo inizio del campionato italiano di Serie A: le ultimissime notizie sulle due squadre capitoline 

Un punto e tre punti. E’ questo il bilancio attuale delle due romane nel campionato italiano di Serie A. Il primo score appartiene alla Roma di Josè Mourinho, mentre il secondo è quello della Lazio di Maurizio Sarri. I giallorossi, reduci da una finestra di calciomercato diciamo tumultuosa hanno concluso le trattative con l’arrivo di Romelu Lukaku, ma nel match contro il Milan non sono riusciti ad andare oltre la sconfitta per 1-2, decisive infatti le reti di Olivier Giroud e Rafael Leao.

Nelle due gare precedenti c’è stato l’esordio con la Salernitana, un pareggio per 2-2 contraddistinto da un Candreva da urlo per i campani, e la sconfitta, possiamo dire clamorosa, in quel di Verona contro la squadra di Marco Baroni. La Lazio invece, dopo aver dominato per gran parte della prima giornata a Lecce, è stata sconfitta dai salentini nei minuti finali. Nel secondo turno, all’Olimpico, è arrivato il flop interno contro il Genoa. Poi, la vittoria a sorpresa. A Napoli, nella tana dei campioni d’Italia, la Lazio di Sarri ha regolato gli azzurri strappando i primi tre punti della stagione.

Problemi e note positive: le situazioni di Roma e Lazio

In casa Roma, l’arrivo di Romelu Lukaku ha portato un certo entusiasmo, così come il tenore di gioco di Aouar, nuovo arrivo a parametro zero. I guai sono invece dati dal gioco, ancora inesistente, e dai continui problemi di infortuni che i giallorossi stanno vivendo. L’ex Lione, ad esempio, si è fermato per un problema, così come Paulo Dybala, vera stella della squadra capitolina.

Lukaku con la maglia della Roma
Romelu Lukaku – Lapresse

In casa Lazio è cambiato molto dopo l’addio di Milinkovic-Savic e ci si trova ancora in una fase di rodaggio dove Maurizio Sarri dovrà essere bravo, stavolta sì, ad inserire al meglio i tanti nuovi acquisti della finestra di calciomercato estiva.

Gestione cookie