Grande Fratello, il doloroso racconto di Fiordaliso: “Mia mamma tra le prime vittime del Covid”

Nella puntata in onda ieri sera, il racconto di uno dei concorrenti ha emozionato il grande pubblico del Grande Fratello: le sue parole.

Nella serata di ieri è andata in onda la terza puntata del nuovo Grande Fratello, che vede tra i partecipanti nip e vip. Il conduttore Alfonso Signorini ha affrontato diversi temi – anche se non sono arrivati i tanto provvedimenti richiesti per alcuni inquilini della casa – e raccontato diverse storie.

Su tutte, l’odissea giudiziaria di Alex Schwazer e di Fiordaliso. La cantante, di norma molto riservata sulla sua vita privata, ha parlato di un terribile lutto avvenuto nella sua vita negli ultimi anni.

Le parole di Fiordaliso

Nel corso della chiacchierata con Alfonso Signorini, Fiordaliso ha raccontato dalla scomparsa della mamma, avvenuta qualche anno fa. Ha rivelato la cantante: La mia mamma è stata tra le prime vittime di Covid, io non l’ho più vista ed è stata per me la cosa più crudele che potesse capitare. Si pensa sempre che una donna anziana, con cinque figli, possa essere accompagnata nell’ultimo viaggio. È stato uno strazio, perché sappiamo che nessuno è eterno in questa vita, ma avrei voluto esserci”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Grande Fratello (@grandefratellotv)

E ancora: “Prima che morisse, un’infermiera ci ha fatto una telefonata e mia madre è riuscita a dirci sto morendo. Penso lei sappia che senza di lei sono un po’ persa, ma ho mia sorella, i miei fratelli, i miei figli mi aiutano molto. Vorrei fosse ancora qui con me, però grazie a lei sono riuscita ad accudire mio padre e questo è stato un grande regalo”. Parole che hanno commosso i presenti in casa e in studio, ma anche i telespettatori che hanno inondato i social di messaggi di affetto e vicinanza per la cantante.

La cantante ha poi parlato della sua carriera, ricca di successi ma anche di qualche delusione: “Non mi aspettavo nulla dalla vita, per me è stato tutto un regalo. C’è stato un momento, dopo quel successo, in cui mi sia montata la testa. Pensare di essere la più grande di tutti, ma è una cosa che mi è passata subito. Ti ridimensiona l’insuccesso e devo dire che non l’ho sofferto troppo. Il cono d’ombra da una parte non ce l’ho mai avuto, perché ho fatto altre cose e non solo la musica. Mi sono creata alternative perché è stato un insegnamento di mio padre, l’insuccesso non l’ho patito”. 

Impostazioni privacy