PELLEGATTI: “LEAO NON ATTACCA CON LA BAVA ALLA BOCCA. DUE ERRORI DI THIAW, MA NON BUTTIAMO IN MARE”

Carlo Pellegatti, giornalista tifoso del Milan, è intervenuto ai microfoni di TvPlay.

“LEAO NON ATTACCA L’AREA CON LA BAVA ALLA BOCCA” – “Non scendo dal carro di Leao, ma non attacca mai l’area di rigore con la bava alla bocca. Non lo fa mai, dovrebbe aggredire la palla quando si crossa da destra”.

“DUE ERRORI DI THIAW, NON POSSIAMO BUTTARLO IN MARE” – “In 11 partite Thiaw ha fatto due errori, contro Thuram e contro Kean. Non si può buttarlo in mare. Costacurta sbagliava talvolta, ma aveva dietro Baresi… Non so se il Milan vincerà il campionato, ma è una squadra forte. Se non fai belle partite contro PSG e Napoli non oso immaginare cosa accadrà”.

“JOVIC E KRUNIC NON HANNO DATO NULLA” – “Il Milan ha dominato nel primo tempo ed anche nel secondo tempo l’ha controllata. La Juventus ha tirato una sola volta in porta ed ha segnato. I rossoneri hanno avuto un calendario molto difficile, più difficile dell’Inter, ed ha un solo punto di ritardo. Non ha fatto male. I cambi non mi sono piaciuti: Krunic e Jovic non hanno dato nulla”.

“DOMINIO MILAN FINO AL ROSSO A THIAW: CHE COLPE HA PIOLI?” – “Che colpe ha Pioli? Dovrebbe magari snaturare il proprio gioco e stare più accorto dietro. Ha dominato contro Roma e Lazio, ieri fino all’espulsione di Thiaw c’era una sola squadra in campo, anche se il dominio era sterile. Se al Milan manca un attaccante non è certamente colpa di Pioli”.

“LOFTUS-CHEEK DI UN’ALTRA CATEGORIA IN ITALIA” – “Il Milan senza Theo, Maignan e Loftus-Cheek, che in Italia è di un’altra categoria, è un’altra squadra. Il Milan pareggia con rimpianti a Dortmund contro una squadra che domina in Bundesliga. Il Milan legge necrologi ogni mese. Non so se il prossimo allenatore in tre anni riuscirà a fare quello che ha fatto Pioli. Io me lo gusto abbastanza”.

“SACCHI HA TRASFORMATO L’UTOPIA IN REALTA'” – “Sacchi ha trasformato l’utopia in realtà. Chi butto giù dalla torre tra Sacchi e Ancelotti? Guarda come ti frego. La FIFA ha buttato giù dalla torre Ancelotti perché ha detto che Sacchi ha allenato la squadra più forte di sempre tra i club”.

Impostazioni privacy