Contropiede di Lotito sui rinnovi, due top in chiusura

Deluso dagli ultimi risultati della squadra, il patron però è deciso a chiudere i casi più spinosi per non avere brutte sorprese

La Lazio non sta andando bene. O meglio in campionato stenta troppo e si lascia andare a figure davvero clamorose come a Salerno e anche a Bologna, ma in Champions la squadra vola, tanto che è già agli ottavi di finale con un turno di anticipo. Il presidente Lotito si aspettava che in serie A le cose andassero quanto meno in maniera diversa ed è deluso di questo andamento, ma a sorpresa, nonostante non sia di grandissimo umore, vuole riprendere a parlare di rinnovi di contratto e chiudere al più presto situazioni che sono un po’ troppo lunghe e antipatiche.

La più urgente, visto che l’anno sta per finire, è quella con Felipe Anderson. La sorella agente è venuta a Roma, ha parlato con il presidente e si sono dati la mano per un accordo conclusivo che, a detta di chi gestisce il brasiliano ma anche da parte della società, deve essere solo siglato e ufficializzato, con l’esterno brasiliano che dai quasi 2,3 milioni attuali passerà a 3 milioni l’anno fino al 2027. Ovviamente nell’accordo ci sono premi e bonus in più a rendimento, ma questo ce l’hanno tutti i giocatori. Il rapporto con Felipe Anderson è ottimo e Lotito vuole che il giocatore, che a Roma si è ritrovato con Sarri, chiuda la carriera in biancoceleste.

Dopo Felipe ecco Zaccagni, il patron a sorpresa vuole chiudere

Appena chiude per Felipe Anderson e sistema, il presidente biancoceleste si vuole concentrare su Mattia Zaccagni. Già ha fatto capire al suo procuratore Giuffredi che vuole sistemare la situazione perché non vuole arrivare a brutte sorprese. Ci sono squadre che gironzolano sull’esterno biancoceleste e Lotito non intende farsi trovare impreparato. A dire il vero, e questo il numero uno della società lo sa bene, la trattativa tra il manager del calciatore e Lotito va avanti da quasi un anno. C’è stato quasi un tira e molla tra le parti, con Zaccagni che voleva almeno 3,5 milioni di euro. Una somma ritenuta eccessiva da Lotito.

Lotito e i rinnovi
Il calciatore della Lazio Mattia Zaccagni (Tvplay.it)

Nonostante ci sia stata qualche piccola (si fa per dire ndr) incomprensione tra Lotito e l’agente di Zaccagni, il presidente vuole cautelarsi e arrivare a un accordo definitivo. L’ultima volta le parti erano vicinissime a poco più di 3 milioni a stagione fino al 2027 con opzione per il 2028, poi c’è stato il patatrac, ma adesso la società vuole riavvicinarsi e allontanare le pretendenti sull’esterno della Lazio e della nazionale. Su di lui c’è la Juve, visto che Giuntoli provò già a portarlo al Napoli un paio di anni fa quando era ancora al Verona. Ma Lotito sa, ed è su questo che punta, che il giocatore vuole restare alla Lazio. Il numero uno del club laziale vuole regalarsi due rinnovi pesanti o quanto meno un rinnovo e una vigorosa stretta di mano che porta al nuovo contratto sotto l’albero di Natale. E quando Lotito si mette in testa una cosa, di solito ci arriva.

Impostazioni privacy