BARGIGGIA: “QUATTRO CENTROCAMPISTI PER LA JUVE. PINTO SUCCUBE DI MOU: HA FATTO IL BULLO PER DUE GIORNI”

Il giornalista Paolo Bargiggia è intervenuto ai microfoni di TvPlay. 

MOURINHO HA FATTO IL BULLO, MA VIENE DIFESO DA TUTTI” – “La società ha difeso Mourinho. Pinto è succube di Mourinho: è riuscito a portare tutti dalla sua parte. Mourinho ha fatto il bullo in queste ultime 48 ore, eppure gli danno tutti ragione”.

NAPOLI A TERRA FISICAMENTE A CAUSA DELLA PREPARAZIONE ATLETICA FATTA CON GARCIA” – “Alcune dichiarazioni di ADL hanno messo paura certi allenatori come Thiago Motta e Italiano che non se la sono sentiti di andare al Napoli. Ora la squadra è con Mazzarri, si vede, hanno voglia. Ma è una squadra senza preparazione fisica ed è stata ribalzata come un calzino. Il Napoli ha un calo fisico nei secondi tempi. Mazzarri ha trovato una situazione a livello atletico… I calciatori stanno con le gomme a terra. Mazzarri non ha ricevuto neanche i dati atletici dallo staff di Garcia”.

MALDINI VOLEVA BERARDI E ARNAUTOVIC. IL RACCONTO SU SCARONI E’ IMPIETOSO” – “Devo dire che quello che dice Maldini è difficilmente contestabile. Alcune cose fanno anche ridere, ma sono impietose. Il suo slogan è “Rispettate la storia del Milan, cercate di fare squadre per vincere e non solo per il trading finanziario”. Quando racconta che Scaroni andava via dallo stadio per evitare il traffico, è impietoso. Come è vero che se non avesse vinto lo Scudetto lo avrebbero mandato via prima. Sono le sue verità, per la maggior parte sono dati oggettivi. Maldini difende l’acquisto di De Katelaere perché il budget era molto ridotto rispetto a questo anno e poi il giocatore aveva bisogno di ambientamento. Poi avrebbe fatto altre operazioni di mercato: voleva Arnautovic come vice-Giroud, voleva Berardi. Paolo Maldini sbugiarda Cardinale. Gli aveva chiesto di vincere la Champions in un anno e aveva presentato un piano triennale, ma lui aveva già deciso di mandarlo via”.

MAZZARRI NON VA IN CONFERENZA? POSIZIONE RISPETTABILE” – “La posizione del Napoli di non mandare Mazzarri in conferenza è rispettabile. Se pensiamo a quello che ha fatto Mourinho, io voto Napoli tutta la vita. Ci sono delle regole, ci vuole cultura sportiva. Il gesto del Napoli è legittimo e sostenibile per fare polemica. Mourinho invece aveva detto che l’arbitro era psicolabile”.

INTER FAVORITO PER LO SCUDETTO. ZIELINSKI A MILANO SE NON RINNOVA CON IL NAPOLI” – “L’Inter con le emergenze ha dimostrato di essere una squadra con idee chiare e con un modulo che funziona con qualsiasi interprete. Augusto ha fatto il terzo di difesa, e lui ha fatto sempre l’esterno. E’ stata data una risposta alla Juve e non era semplice vincere al Maradona per tanti diversi fattori. Questa vittoria mette l’Inter favorita sullo Scudetto, ma non è ancora in tasca. Secondo me l’Inter prenderà Zielinski se non rinnoverà con il Napoli”.

NON VEDREMO MAI IL BEL GIOCO ALLA JUVE: NON HANNO L’ALLENATORE PER FARLO” – “Alla Juve sanno che la squadra tecnicamente ha un livello piuttosto modesto e che il risultato arriva con la forza, con la protezione dell’area di rigore. Per 50-60 minuti contro il Monza, la Juve ha giocato anche bene. Complice anche Palladino che ha sbagliato la formazione. Al primo contropiede, la Juve si è abbassata improvvisamente. Siccome questa squadra non sa uscire con il palleggio, deve avere gli attaccanti che prendono palla. Purtroppo mi è stato fatto notare che Milik e Kean non hanno fatto quel lavoro e la squadra si è schiacciata tanto. Il Monza non ha fatto assai, però la Juve ha giocato basso. Nicolussi Caviglia ha giocato la seconda partita da regista, non è da Juve. A gennaio prendendo un centrocampista saranno più competitivi. Non vedremo mai bel gioco alla Juve, perché non hanno i giocatori per farlo e neanche l’allenatore. La Juve è ringiovanita e la società va fiera di essersi tolta Bonucci, Cuadrado, Di Maria, Paredes…Non era una squadra forte. Era forte solo per le figurine. Giuntoli è lì per ricostruire una squadra abbassando il monte ingaggi. E’ lì per aprire un nuovo ciclo”.

SE ALLEGRI VA VIA A FINE STAGIONE, CONTE NON E’ IL PRIMO ALLENATORE CHE HA IN TESTA GIUNTOLI” – “Non sono un sostenitore di Allegri, ma in questo momento sta facendo il massimo per il calcio che ha in testa con i giocatori che ha. La Juve tecnicamente è limitata, ma è forte fisicamente. A giugno non ci sarà rivoluzione della rosa, ma arriveranno due mezzali offensive, magari giovani. A Giuntoli piace Sudakov dello Shakhtar. Poi sempre in quel ruolo, con caratteristiche diverse, piace Diarra dello Strasburgo e Kone del Mönchengladbach. Piace anche Khéphren Thuram ma andrà in Premier. Non so se riaprirà la trattativa per Berardi. Poi secondo me, perdendo Alex Sandro, prenderanno un difensore di piede sinistro. E vanno seguiti gli eventuali rinnovi di Chiesa e Vlahovic. Allegri è un bel tema. Potrebbe anche lasciare un anno prima della scadenza del contratto per fare esperienze altrove. Conte non è il primo allenatore che Giuntoli ha in testa. Thiago Motta è molto stimato alla Juve”.

Impostazioni privacy