MAURO: “POGBA AD UN PASSO DAL CHIUDERE LA CARRIERA. ALLEGRI? IL FUTURO ALLA JUVE DIPENDE DA LUI”

Il direttore di Juventusnews24 Alberto Mauro è intervenuto ai microfoni di TvPlay.

“CON LA SQUALIFICA POGBA CHIUDERA’ LA CARRIERA AD ALTI LIVELLI E CON LA JUVE” Non mi aspettavo una richiesta così alta, anche se da un lato era prevedibile. Se è stato richiesto il massimo della pena evidentemente la situazione è stata ritenuta punibile in questa maniera. Il patteggiamento non è stato approvato dalla procura, con Pogba che si difenderà nel processo e punterà sulla buona fede, ma obiettivamente ci si aspetta una squalifica abbastanza alta che probabilmente chiuderà la carriera del francese ad alti livelli con la Juventus che andrà poi a rescindere il contratto”. 

“LA JUVENTUS ANDRA’ SU GIOCATORI CHE POSSONO ALZARE LA QUALITA'” – “La priorità della Juventus è quella di alzare un po’ la qualità. Sono venuti a mancare due elementi importanti come Fagioli e Pogba che potevano dare quel tocco in più di qualità dalla trequarti in avanti. E’ chiaro che a centrocampo c’è emergenza e numericamente servirebbero almeno uno o due rinforzi. Le caratteristiche del giocatore su cui andrà a puntare la Juventus si orienta su profili di qualità, già da gennaio. Berardi rimane un nome molto apprezzato ma rimane difficile prenderlo. I bianconeri stanno facendo delle valutazioni, ma non ci sono giocatori in vantaggio su altri. I nomi sono Bernardeschi, che conosce già l’ambiente, ma anche Sudakov, Hojbjerg e Phillips”. 

“GIUNTOLI VUOLE REGALARE UN COLPO IMPORTANTE ALLA JUVENTUS” – “Giuntoli non ha avuto molto margini di manovra in estate, mentre ora che è entrato in sintonia con l’ambiente io credo che voglia regalare alla squadra un colpo interessante. Magari non si tratterà di un colpo da novanta, ma di giocatori che riuscirebbero a incastrarsi alla perfezione con l’attuale progetto tecnico bianconero. Koopmeiners ha le caratteristiche che corrispondono al tipo di giocatore che sta ricercando la Juventus. E’ un vecchio pallino di Giuntoli e conosce bene il campionato italiano, ma ci sarà da capire se l’Atalanta vorrà privarsi di un giocatore così importante”.

“SE VLAHOVIC ANDRA’ VIA, LA JUVENTUS LO RIMPIAZZERA’ CON UN ATTACCANTE DI ALTO LIVELLO” – “A giugno tornerà d’attualità il futuro di Vlahovic, che sarà influenzato dalla seconda parte di stagione visto che in questi primi mesi non ha convinto. L’anno scorso era stato imbastito un tentativo di scambio con Lukaku perché il belga rappresentava una certezza offensiva. Il serbo ha un contratto a crescere e comincia ad essere impegnativo pagare certe cifre se poi non c’è un riscontro sul campo. Se dovesse andare via chiaramente la dirigenza andrà su altri profili di alto livello”.

“ILING-JR. E ALEX SANDRO POSSIBILI PARTENTI A GENNAIO” – “A gennaio è difficile che possa andare via qualcuno, anche se ci sono delle situazioni da monitorare. Iling-Jr. ad esempio è possibile che stia facendo delle valutazioni visto che non sta trovando spazio. Anche Alex Sandro è un giocatore a scadenza che non verrà rinnovato e bisognerà capire se anticiperà l’addio già a gennaio. Chiesa lo vedo protagonista con la Juve anche nei prossimi anni, mentre per gli altri non mi aspetto grossi movimenti”. 

“L’ADDIO DI ALLEGRI DIPENDE QUASI UNICAMENTE DA LUI”“Conte è un discorso secondario che potrebbe innescarsi, ma dipende tutto da Allegri. Io non lo vedo così deciso a dire addio, ma dipenderà anche da cosa otterrà la Juve sul campo da qui a fine stagione. Già in primavera l’allenatore e la dirigenza si parleranno per capire il tipo di progetto su cui lavorare per il futuro. Allegri ha rilanciato la Juve con un progetto ben diverso rispetto alla sua prima gestione. Ora ci sono giocatori giovani da valorizzare e giocatori già importanti ma da far crescere. Dopo due anni difficili si sta dimostrando come un allenatore capace di cambiare pelle. Non penso che la società abbia interesse a separarsi da Max Allegri, ma tutto dipenderà da lui”.

 

Impostazioni privacy