PAGNI: “PARMA SQUADRA PIU’ CONVINCENTE DELLA SERIE B, CHE DELUSIONE LO SPEZIA. PALERMO? TROPPE ASPETTATIVE”

Danilo Pagni, direttore sportivo e osservatore, è intervenuto ai microfoni di B-Time in onda su TvPlay.

“PARMA LA SQUADRA PIU’ CONVINCENTE, PALERMO NON COSì FORTE COME SI DICE” “L’appeal dei grandi club potrebbe fare la differenza sul mercato e i soldi sono importanti, ma gli ultimi due-tre anni la Serie B ci ha insegnato che con le figurine si fanno le figuracce. L’idea deve sempre prevalere sul discorso economico. Il Palermo, a mio avviso, non è una grande ma una buona squadra. Se non si accendono Brunori e Insigne diventano una formazione normale. Il Parma invece mi piace come organizzazione di gioco e secondo me esprime il miglior calcio nelle due fasi. Se il Modena dovesse azzeccare un paio di acquisti potrebbe inserirsi nella corsa ai primi posti. La Ternana nonostante i giovani stiano facendo benissimo, ho letto che potrebbero prendere altri giocatori a gennaio, ma penso che se ti esplode un ragazzo come Raimondo non ha senso andare a prendere altri centravanti. E’ un campionato non così forte come tutti lo descrivono, anche solo rispetto a 10-15 anni fa. Il livello del calcio italiano è in una fase down da un punto di vista tecnico”. 

“PEDRO MENDES E’ UN BUON PROFILO MA ANDREI CAUTO CON LE VALUTAZIONI” “Pedro Mendes dell’Ascoli aspetto di vederlo nei big test per valutarlo meglio. In B ci sta pure bene, ma da qui a fare voli pindarici ci andrei molto cauto”.  

“POBEGA E’ UN BUON GIOCATORE MA NON UN’ECCELLENZA” – “Quando ho preso Pobega alla Ternana non aveva appeal e sono stato fortunato. Lui ha dovuto superare l’indifferenza dell’allenatore a Terni e poi a Pordenone ha avuto più possibilità. Quando un giovane migliora, anche sbagliando, dà il meglio di sé stesso. E’ stato bravo poi Meluso a portarlo allo Spezia dove il ragazzo è ancora migliorato. Pobega è un giocatore da Milan? Secondo me è un buon giocatore e merita di stare in Serie A poi chiaramente non è un eccellenza. Io in passato ho bocciato Lozano perché prenderlo per 50 milioni per me era una follia”. 

“A PALERMO ASPETTATIVE TROPPO ALTE, VINCERE NON E’ SCONTATO” – “Corini è una persona estremamente intelligente, poi quando non arrivano i risultati viene messo sulla graticola. La proprietà rosanero ha creato delle grandi aspettative e con gli investimenti che ci sono stati si pensa che diventi scontato vincere. Io mi schiero con lui”. 

“IL CATANZARO HA GRANDE MENTALITA’, E’ LA SORPRESA DELLA B” – “La rivelazione del campionato è il Catanzaro. Anche quando perde non bisogna fare drammi. L’ossatura che è stata portata avanti è stata la mossa vincente. Se stravinci la Serie C e fai qualche acquisto per la B mantenendo la stessa mentalità fai un grande campionato”. 

“LO SPEZIA HA DELUSO MA CREDE NEI GIOVANI” – “La grande delusione finora è lo Spezia anche se ha avuto un cambio di marcia e ha avuto il merito di credere in un giovane come Francesco Pio Esposito che pur essendo un 2005 sta giocando con regolarità”.  

 

Impostazioni privacy