Addio Juventus: ritorno immediato in Bundesliga

Il club bianconero ha provato in tutti i modi a convincere il calciatore, che però avrebbe fatto la sua scelta: torna in Bundesliga

Non più di due anni e mezzo fa – un lasso di tempo che nel calcio può essere percepito come una vita intera – il gioiello veniva prelevato a suon di milioni dal Borussia Dortmund, in un momento non certo florido per i club, considerato come il Covid aveva anche messo in ginocchio le società di tutta Europa.

85 milioni di euro ben spesi, avevano però sentenziato tutti, convinti che quello che all’epoca era a tutti gli effetti l’enfant prodige del calcio britannico, potesse sfondare in una realtà difficile ma molto ambiziosa come quella del grande Manchester United. Missione fallita.

Tra infortuni, poca costanza nel rendimento, scomoda concorrenza – il classe 2000 se l’è vista anche con un certo Cristiano Ronaldo – e dissidi insanabili col tecnico al quale la proprietà Glazer ha affidato la panchina del club, l’avventura è stata disastrosa.

Ci permettiamo di parlare ormai al passato, come se Jadon Sancho avesse già lasciato lo United, perché si attende solo l’ufficialità dell’addio del talento inglese ai Red Devils. Messo fuori rosa da ten Hag che lo ha punito per alcuni atti di insubordinazione dei quali poi il giocatore non si è nemmeno scusato, l’attaccante è ai saluti.

La Juve ha fiutato da tempo la possibile grande occasione, cavalcando l’insoddisfazione del calciatore e iniziando dei fitti colloqui con il suo entourage. Il problema, nemmeno a dirlo, era ed è soprattutto lo stratosferico ingaggio dell’inglese, oltre che le difficoltà legate alla riluttanza dello United a cedere a basso costo un giocatore la cui partenza avrebbe generato una sicura minusvalenza a bilancio.

Sancho, mezza Bundesliga lo vuole: Juve rifiutata

Dopo aver flirtato non poco coi club della Saudi Pro League che lo avevano lusingato a suon di milioni, Sancho ha aspettato che si materializzasse una voce che circolava insistentemente da qualche settimana. Quella di un ritorno nell’amata Dortmund, dove la sua stella aveva brillato luminosissima nel panorama europeo dei grandi giovani talenti.

Addio Juventus
Jadon Sancho rifiuta i bianconeri e torna in Germania (Ansa Foto) – Tvplay.it

Detto fatto. Come riporta il portale ’90min.com’,  il club della Ruhr è ormai la destinazione più probabile per il 23enne, che ha rifiutato le avances della Juve pur di tornare nella realtà che lo ha lanciato nel grande calcio. Le cronache di mercato registrano anche il forte interesse di altri tre club tedeschi sul talento: si tratta di Bayer Leverkusen, Lipsia e Stoccarda.

Gli assalti, tardivi, risulteranno vani. Sancho vuole Dortmund, col club teutonico intenzionato a strappare un prestito di 18 mesi per assicurarsi le prestazioni del figliol prodigo. Il contratto con lo United è in scadenza a giugno del 2026, ovvero un anno dopo la fine dell’eventuale approdo temporaneo del giocatore in Germania. Ci sarà tutto il tempo, insomma, per aggiornarsi e rinegoziare il tutto.

IL CALCIOMERCATO NON FINISCE MAI:
Non perdere nemmeno un colpo scarica l’app di Calciomercato: CLICCA QUI

Impostazioni privacy