De Paul e 30 milioni, affare choc Juve-Atletico

L’argentino De Paul resta il primo nome per il centrocampo della Juventus: l’affare con l’Atletico Madrid può andare in porto per circa 30 milioni di euro

I bianconeri hanno bisogno di un paio di ritocchi per competere sino in fondo con l’Inter e di certo il preferito di Allegri resta l’ex Udinese. A gennaio potrebbe essere complicato strapparlo ai Colchoneros, ma a giugno la strada può essere in discesa.

Se si chiede ad Allegri quale sia il centrocampista preferito per rinforzare la sua mediana la risposta è piuttosto immediata: Rodrigo De Paul. Dei tanti nomi accostati al club bianconero di certo quello dell’argentino è il più funzionale.

Dopo aver iniziato la carriera come trequartista in patria e nel Valencia, all’Udinese è stato trasformato in mediano. Proprio davanti la difesa ha completato la sua crescita e ora è un centrocampista con i fiocchi. Con la Selecion ha vinto il Mondiale da protagonista lo scorso anno, dando una grande mano alla squadra di Scaloni.

A 30 anni (li compirà il 24 maggio) è maturo per guidare il reparto nevralgico e anche Simeone se n’è accorto. Dopo non aver avuto un grande rapporto nei primi mesi di esperienza spagnola, il Cholo lo ha promosso titolare e in questa stagione ha avuto le risposte che cercava. Proprio per questo strapparlo ai Colchoneros in questa finestra di gennaio diventa complicato, soprattutto in considerazione del fatto che i madridisti lo valutano 30 milioni di euro, senza sconti.

Juventus, a giugno può arrivare De Paul: scambio con Vlahovic

Trattare con un osso duro come Berta, ds dell’Atletico Madrid, non è semplice ma Giuntoli ha una carta importante da giocarsi. Il direttore bianconero sa che Dusan Vlahovic è uno dei calciatori preferiti dagli spagnoli e in ottica giugno si potrebbe intavolare proprio un clamoroso scambio. Dare il serbo a Simeone per arrivare a Rodrigo De Paul.

Vlahovic lascia la Juve
Vlahovic porta De Paul alla Juve (TvPlay – ANSA)

Le valutazioni sono ovviamente diverse e servirebbe un cospicuo versamento cash (almeno 45 milioni) per arrivare ad una fumata bianca. In realtà non solo Vlahovic potrebbe rientrare in questo tipo di trattativa, considerando che anche Federico Chiesa è un calciatore gradito al Metropolitano.

Alla fine la scelta di Giuntoli potrebbe essere quella di sacrificare uno dei suoi due gioielli per ricevere in cambio quel mediano che può cambiare il reparto. Messo in mezzo a Rabiot e Locatelli completerebbe una seconda linea perfettamente equilibrata sia dal punto di vista tecnico che tattico. Allegri spera che da qui a giugno si possa arrivare a dama e nel frattempo continua a fare di necessità virtù con quello che ha a disposizione.

IL CALCIOMERCATO NON FINISCE MAI:
Non perdere nemmeno un colpo scarica l’app di Calciomercato: CLICCA QUI

Impostazioni privacy