MASSIMO CAPUTI: “IL DERBY DI COPPA ITALIA NON E’ VITALE. KEAN DEVE LASCIARE LA JUVE”

Massimo Caputo, giornalista sportivo, è intervenuto in diretta ai microfoni di TVPlay: tutte le sue dichiarazioni a “The Lunch Dance”.

“IL DERBY DI COPPA ITALIA NON DARA’ UNA SVOLTA ALLA STAGIONE” – “Il derby di Roma qualsiasi sia la competizione o il momento della stagione ha un peso e un’atmosfera particolare. Le due squadre stanno arrancando per quanto riguarda l’obiettivo stagionale che è arrivare tra le prime quattro perché oggi è molto complicato. Le prime tre posizioni sembrerebbero già assodate e ce ne sono sette per un posto solo. C’è sempre una grande discussione sul lavoro di Sarri e Mourinho oltretutto questo momento per la Roma  si incastra in una serie di partite complicate, il calendario è veramente difficile quindi la narrazione esaspera un po’ troppo il contesto. E’ una partita importante, ci si gioca una semifinale ma sia chi vince o chi perde non è che dici hai svoltato la stagione. Solo sul piano psicologico perdere il derby e tornare in campionato ti può creare qualche problema in più”.

“LA ROMA STA GIOCANDO MEGLIO GRAZIE AI RECUPERI” – “La Roma ha iniziato la stagione con questa idea di gioco come contro l’Atalanta, un atteggiamento più propositivo che voleva Mourinho in questa stagione come ha fatto le prime partite dove i risultati negativi hanno condizionato il giudizio ma le prestazioni c’erano state. Oggi che ha recuperato giocatori importanti come Pellegrini e Dybala gli ha permesso di essere una squadra che sta bene fisicamente e quindi non fare un calcio d’attesa ma anche offensivo. Non è un caso che nelle ultime partite la Roma abbia giocato un calcio diverso grazie alle scelte più numerose a disposizione”.

“HUIJSEN PUO’ GIOCARE TITOLARE IL DERBY” – “Il difensore migliore che ha trovato la Roma è Kristensen sia come esterno destro che come centrale mi sembra uno dei giocatori più positivi, mi piace e credo che abbia dato risposte importanti. Io farei giocare anche Huijsen senza problemi, nel momento in cui ha una difficoltà numerica e hai preso questo calciatore che pensi sia all’altezza non avrei dubbi anche se è giovane. Da come l’ho visto entrare secondo me è pronto a giocare anche il derby”.

“LA ROSA DELLA ROMA E’ PIU’ FORTE DI QUELLA DELLA LAZIO” – “Oggi come voto 5 alla stagione della Roma e 6- a quella della Lazio. A livello di rosa la Roma è più forte della Lazio, poi il rendimento, gli infortuni e il tipo di gioco fa sì che eventuali differenze si possano equiparare ma anche superare. Oggi non c’è una favorita, mi aspetto una bella partita che entrambe se la giochino e provino a risolvere prima dei supplementari perché una partita di coppa è differente da quella di campionato”.

“THIAGO MOTTA E’ CERCATO DA TANTE BIG” – “A Bologna ha confermato quanto aveva dimostrato in precedenza, sta facendo un percorso. Si può parlare di un allenatore giovane ma però ha già fatto tante esperienze e diverse grandi squadre lo vogliono perché ha già raggiunto un certo livello. Intanto il Bologna se lo deve godere, sta facendo un ottimo lavoro di tattica e di un gioco di un certo tipo aiutato dalle scelte della società di assicurarsi giovani interessanti”.

“KEAN NON PUO’ FARE IL TITOLARE IN UNA GRANDE SQUADRA” – “Kean è un giocatore dalle potenzialità importanti ma ancora tutte da dimostrare e dovrebbe andare in un contesto diverso dalla Juventus perché in attacco c’è un po’ di traffico rispetto ad altre posizioni. Kean non può fare titolare in una grande squadra, voglio capire se è un attaccante centrale o esterno o tutti e due”.

“L’INTER E’ FAVORITA NELLO SCUDETTO, SE INZAGHI NON VINCE SI RIDIMENSIONA” – “Non sono sorpreso che il duello scudetto sia tra Inter e Juventus che non ha le coppe europee, non è solo un discorso di stanchezza o meno ma di più lavoro in settimana su tutti i piani. L’Inter comunque è la favorita, non ci sono dubbi ma Inzaghi ha più pressione perché ha già mancato due volte la vittoria. Ora dimostrare di essere un bravo allenatore anche nel vincere i campionati e non solo negli scontri diretti altrimenti si ridimensiona tutto il suo lavoro”.

Impostazioni privacy