Lazio, un ritorno che sa di clamoroso: i dettagli

Lazio, un ritorno che sa di clamoroso: i dettagli

Lotito sta cercando di trovare un giocatore che possa fare a caso di Sarri e il nome su cui sta lavorando rappresenta una sorpresa e un gradito ritorno

Testa al campo, ma anche un occhiolino e un orecchio al mercato. E potrebbe rivelarsi importante e clamoroso. Il presidente Claudio Lotito non sta mai fermo e cerca di trovare sempre delle alternative che possono fare al caso della Lazio e del tecnico Maurizio Sarri. Al patron, che ha dato via Basic e potrebbe anche far uscire altri giocatori che hanno richieste, è stato proposto un giocatore che la squadra biancoceleste conosce bene e anche lo stesso ambiente. Un’idea che, appena è stata portata a conoscenza del presidente laziale, è rimasto sorpreso e assai incuriosito.

Anzi per dirla tutta, Lotito ha fatto quasi un balzo in avanti perché mai si sarebbe aspettato di trovarsi davanti a una proposta così allettante. A suggerirla è stato un vecchio amico e procuratore che con la Lazio ha fatti diverso affari e prima della fine dell’anno, Federico Pastorello ha parlato col presidente della Lazio della possibilità che Antonio Candreva possa rientrare alla base e, perché no, chiudere la carriera in biancoceleste. Un suggerimento che nasce da lontano anche perché, nonostante sia un idolo a Salerno, l’ex laziale, e uno degli eroi del 26 maggio (suo fu il cross per il gol di Lulic ndr), farebbe carte false per andare via e tornare a Roma, la sua città.

Il contratto di Candreva scade a giugno e Lotito prova il colpo gobbo

La Lazio, stuzzicata, ci prova e aspetta. Con Candreva trovare un accordo è un attimo. Il problema, non di poco conto, è che la Salernitana non vuole assolutamente privarsi del suo giocatore più forte. Sabatini non ha intenzione di darlo via, anche perché la squadra resterebbe impoverita e non avrebbe più non solo il suo capitano, ma anche il calciatore che fino adesso ha segnato più gol e fatto più assist della squadra. E’ tra l’altro tra i i primi per rendimento dell’intero campionato. Insomma, chi prende Candreva in questo momento rischia seriamente di fare un affare, nonostante i suoi 37 anni. Ma di questo Lotito non ha alcun timore. Tutt’altro.

Candreva Lazio
Il presidente della Lazio Claudio Lotito (Tvplay.it)

Lotito ha capito che si può fare, anche perché Candreva, andato via dalla Lazio nel 2016 per andare all’Inter, a Salerno non ci vuole più stare e se ci fosse la possibilità di tornare nella capitale non ci penserebbe un istante. Il presidente Iervolino non vuole cederlo a meno che il giocatore non chiede di essere ceduto, ma a quel punto chiederebbe soldi. Lotito e Pastorello ne stanno parlando anche per giugno, considerato che l’idea che Candreva torni a casa, al patron laziale non dispiacerebbe per niente. Ma l’idea di averlo adesso, non gli dispiace per nulla e, sotto sotto, lavora affinché avvenga. Tutto però senza che Sarri abbia detto né sì, né no. Come può non piacergli uno come Antonio Candreva?

Gestione cookie