Roma-Mourinho: non è finita. Il portoghese pronto a chiedere i danni di immagine al club | I dettagli

Dopo l’esonero arrivato nella giornata di martedì, la diatriba tra la Roma e José Mourinho è pronta a continuare.

La notizia principale di questa settimana è stata sicuramente quella dell’avvicendamento sulla panchina della Roma tra José Mourinho e Daniele De Rossi. Dopo il ko rimediato allo Stadio San Siro domenica scorsa contro il Milan, infatti, i Friedkin hanno deciso di prendere questa decisione che ha diviso sia i tifosi giallorossi che gli addetti ai lavori.

Se da un lato, infatti, bisogna registrare il grande fascino di vedere Daniele De Rossi sulla panchina della Roma, dall’altro c’è lo smarrimento per l’addio anticipato di José Mourinho al club capitolino. Come ammesso alla ‘Gazzetta dello Sport’ dallo stesso Jorge Mendes, ovvero il super agente del tecnico portoghese, di fatto, i Friedkin avevano da tempo deciso di non rinnovare il contratto all’ex allenatore di Inter e Real Madrid. 

Tuttavia, appena tre giorni dopo il suo esonero da tecnico della squadra giallorossa, in queste ore si sta parlando molto già di una possibile squadra per José Mourinho, ovvero il team saudita con Al-Shabab. Il tecnico portoghese, di fatto, avrebbe già trovato un accordo con il club della Saudi Pro League, anche se prima bisogna registrare delle novità sulla conclusione del suo rapporto con la stessa Roma. 

Esonero Mourinho, Lina Souloukou al lavoro per evitare la richiesta di danni di immagine da parte dei legali del tecnico portoghese

Secondo quanto riportato dalla ‘Gazzetta dello Sport’, infatti, i legali di José Mourinho hanno immediatamente avanzato alla società giallorossa un importante danno di immagine per come i Friedkin hanno deciso di esonerare dal ruolo di tecnico della Roma il loro assistito. Queste polemiche in casa capitolina, di fatto, ha portato all’assenza di Lina Souloukou di saltare all’ultimo momento ai Globe Soccer, evento che si è tenuto oggi a Dubai. 

Mourinho
La Roma vuole evitare una causa con José Mourinho (LaPresse) tvplay.it

La dirigente della Roma, infatti, non poteva partecipare alla consegna di questi premi, visto che deve risolvere queste grane all’interno del club giallorosso. L’intento di Lina Souloukou, ovviamente, è quello di cercare di convincere i vari avvocati di José Mourinho di non ricorrere a tutte queste diatribe legali, le quali potrebbero peggiorare ancora di più l’ambiente del team capitolino. 

Nel frattempo, nel corso della classica conferenza stampa della vigilia della gara di domani contro il Verona di Marco Baroni, Daniele De Rossi ha ribadito la sua volontà di restare sulla panchina della sua squadra del cuore anche al termine di questa stagione. L’ex giocatore, di fatto, ha ribadito che giocherà fino alla morte la possibilità di continuare ad essere l’allenatore della Roma.

Impostazioni privacy