LANGELLA (PRES. JUVE STABIA): “DE LAURENTIIS E NAPOLI I BENVENUTI A CASTELLAMMARE. IL MERCATO NON E’ ANCORA FINITO”

Andrea Langella, presidente della Juve Stabia, è intervenuto in diretta ai microfoni di TVPlay: le sue parole sulla stagione di Serie C.

“GRANDE VITTORIA A POTENZA, L’ANNO SCORSO PERSO 5-2” – “Siamo contenti di questa bella vittoria contro una squadra importante come il Potenza costruita per lottare per i primi posti in classifica. E’ un grande soddisfazione in un terreno difficile dove l’anno scorso abbiamo perso 5-2 e quest’anno vincere 3-1 è un fatto importante, sono felice per i calciatori e tutto lo staff”.

“L’OBIETTIVO MINIMO ERA LA SALVEZZA MA SIAMO PRIMI GRAZIE AL COLLETTIVO” – “All’inizio quando ho preso la situazione in mano, decidendo di rivoluzionare tutta la squadra mettendo tutti giocatori nuovi diciamo sulla carta il valore della rosa era importante ma il pronostico era puntare alla salvezza come minimo indispensabile. Sono calciatori di prospettiva che vengono però da squadre che puntavano a vincere, mai a salvarsi. Essere al primo posto dall’inizio del campionato è un grande fattore di novità però devo dire che tutti insieme abbiamo creato questo entusiasmo, questa forza di coscienza che ha generato un successo straordinario e spero vada avanti perché devono dire che sono ragazzi straordinari. Dobbiamo continuare a essere uniti giocando per divertimento e con agonismo guardando partita per partita e dando l’animo per la maglia”.

“HO STIMA DI DE LAURENTIIS, SPERO CHE IL NAPOLI POSSO VENIRE A CASTELLAMARE” – “Io so ben poco della possibile costruzione del nuovo centro sportivo del Napoli a Castellamare. E’ un argomento molto riservato però alla luce dell’orientamento che si auspica il presidente De Laurentiis ha sempre voluto un centro sportivo di sua proprietà in un territorio con tanta densità di popolazione. Ecco la nostra città, proprietaria delle terme, ben venga se finalizzasse questo incontro. Con De Laurentiis c’è un rapporto d’amicizia con stima e rispetto reciproco, aldilà delle squadre. Una figura del genere di un imprenditore che vuole investire in un territorio così importante è sempre ben accetto”.

“VOGLIAMO RINNOVARE LO STADIO, STIAMO LAVORANDO COL COMUNE” – “E’ importante avere un bello stadio io dico sempre che il calcio deve essere uno spettacolo, un appeal forte per i tifosi. Per accrescere il brand della Juve Stabia che è vitamina e fondamentale nel mondo del calcio devi puntare anche sulle strutture. Il nostro impianto ha certamente bisogno di un restyling, abbiamo fatto appello al Comune dove ce un commissario che si sta muovendo tanto per queste attività sportive. In questo momento tutti i comuni si stanno attrezzando per aumentare i servizi negli stadi che garantiscono un ritorno importante. Il nostro finora si è riempito poco, in questo momento noi ci stiamo attivando per portare una strategia d’investimento”.

“IL MERCATO NON E’ FINITO, CI SERVE ANCORA QUALCOSA” – “Ci servirà ancora qualcosa, se ci sono le condizioni per trovare l’accordo nelle prossime ore possiamo prendere altri giocatori. Quest’anno abbiamo fatto un campionato sostenibile per la Serie C, calandoci in questa filosofia perché se hai una società di calcio uno ci rimette sempre allora meglio perderci poco e non troppo se non è necessario”.

Impostazioni privacy