Messi, scoppia la polemica: perché è stato attaccato dai media cinesi

Lionel Messi è finito al centro di polemiche durante la tournée asiatica dell’Inter Miami: perché ha ricevuto attacchi dalla stampa cinese.

Non si placano le polemiche intorno a Lionel Messi che sta ricevendo pesanti attacchi nel corso del suo soggiorno in Asia insieme all’Inter Miami dell’inizio della nuova stagione. La stella argentina, dopo essere stata presa di mira da migliaia di tifosi, è finito al centro delle critiche lanciate dalla stampa locale che ne ha fatto praticamente un caso politico.

Tutto nasce dalla mancata partecipazione all’amichevole disputata ad Hong Hong tra la squadra di MLS e una rappresentativa dei migliori giocatori del campionato nazionale. La sua assenza ha scatenato, già durante la partita stessa, la rabbia degli spettatori che avevano comprato i biglietti e riempito lo stadio principalmente per vedere all’opera la Pulce.

Il classe ’87 però è rimasto per tutto il tempo in panchina a causa delle sue precarie condizioni fisiche come giustificato dal Tata Martino al termine dell’incontro. Una tesi che però si è scontrata con la realtà soltanto tre giorni dopo quando Messi, stavolta in Giappone, è sceso in campo per una buona mezz’ora nel test contro il Kobe aumentando i sospetti e l’irritazione dei media cinesi.

Inter Miami, critiche a Messi: tutta la verità sul caso politico

Nel corso della sua carriera Messi è stato soggetto a pochi giudizi negativi perché si è sempre dimostrato molto corretto durante le partite, nel confronto di arbitri e avversari, e anche fuori dal campo con modi educati verso stampa e tifosi. Ovviamente, a causa della sua immensa popolarità, ha anche una piccola porzione di detrattori che improvvisamente è aumentata nelle scorse ore.

Inter Miami, critiche a Messi: tutta la verità
Lionel Messi, al centro delle polemiche in Asia (LaPresse) – TVPlay.it

A Hong Hong non è piaciuto il comportamento del fuoriclasse argentino, colpevole di aver saltato di proposito l’amichevole e in generale di essere stato poco partecipe a livello emotivo con le persone del posto. Come riportato dal “Global Times”, i tantissimi fan si sarebbero sentiti offesi dal suo atteggiamento impassabile e inespressivo durante la sua breve permanenza.

C’era tantissima attesa nei suoi confronti ma in poco tempo l’entusiasmo ha lasciato spazio alla grande delusione. A maggior ragione perché in Giappone è sembrata tutt’altra col persone, col sorriso stampato sulla faccia e disponibile a salutare tutti. Una situazione molto diversa su cui il tecnico Martino ha provato a gettare nuovamente l’acqua sul fuoco: “Capiamo la delusione ma per lui era un grosso rischio giocare anche se fossero stati solo pochi minuti. Dopo l’allenamento di ieri si sentiva bene e abbiamo concordato che avrebbe giocato 30 minuti. Siamo molto grati per il trattamento ricevuto a Tokyo e anche per il trattamento ricevuto a Hong Kong”.

Impostazioni privacy