Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Qatar 2022, tre giornalisti morti sono troppi: adesso servono risposte

Qatar nel dramma

Qatar 2022, tre giornalisti morti sono troppi: adesso servono risposte. Si viene a sapere solo ora della scomparsa di una terzo giornalista, l’inglese Roger Pearce

Nel gergo giudiziario/processuale si dice che tre indizi facciano sempre una prova. E quanto sta accadendo in Qatar o è accaduto finora somiglia molto alla massima che da sempre impera nelle aule di tribunale. Partiamo dai fatti, inequivocabili e incontrovertibili: nel corso di questa edizione dei mondiali di calcio sono morti tre operatori dell’informazione, due giornalisti anglosassoni e un fotoreporter qatariota.

Qatar nel dramma
Qatar – TvPlay.it

Dopo l’americano Grant Wahl e il fotoreporter dell’emittente televisiva locale Al Kass Tv, Khalid al-Misslam, è toccato al cronista inglese Roger Pearce, direttore tecnico dell’emittente londinese Itv Sport, morire in seguito ad un malore improvviso. In realtà, ricostruendo in senso strettamente cronologico gli eventi, Pearce è il primo dei tre ad essere mancato in questi mondiali qatarioti.

Come riferiscono i siti britannici, Independent, Metro, Ibc e altri, Pearce stava seguendo il suo ottavo mondiale consecutivo quando improvvisamente si è sentito male e non si è più ripreso. La sua morte è stata annunciata in onda prima della partita che si è disputata lunedì 21 novembre tra Galles e Stati Uniti. Dunque, parliamo del primo turno della fase a gironi.

Qatar 2022, qualcosa non va: avanza l’ipotesi di problemi al sistema di aerazione

Pearce morte sospetta
Roger Pearce – TvPlay.it

E siamo dunque arrivati a quota tre. A memoria d’uomo è la prima edizione nella storia dei mondiali di calcio in cui dei giornalisti perdono la vita così, senza che avessero particolari problemi di salute preesistenti. Sono tante le domande che si possono porre in merito a una tragedia che non ha precedenti, ma ottenere risposte in questo momento è facile come scalare l’Empire State Building a mani nude.

Una possibile opzione porterebbe a gravi disfunzioni del sistema di aerazione di tutte le strutture che il Qatar ha realizzato per i mondiali. Gli stessi giocatori, illuminante in tal senso la testimonianza dell’attaccante del Brasile, Antony, si sono lamentati per qualche problema riscontrato con l’aria condizionata. Molti avrebbero contratto raffreddori e micro stati influenzali proprio durante il periodo delle partite.

Lo stesso Grant Wahl, il giornalista americano della CBS scomparso durante la sfida tra Olanda e Argentina, aveva dichiarato che in sala stampa alcuni suoi colleghi avevano accusato qualche malessere. Problema però che non ha riguardato Khalid Al-Misslam, il reporter qatarino deceduto anche lui per cause ancora da chiarire. Ma solo ora si scopre che prima di Wahl e Misslam è stato l’inglese  Roger Pearce a perdere la vita cos’, improvvisamente. Tre cronisti scomparsi per un malore, che vuol dire tutto e niente, sarebbe il caso di fare chiarezza. Il Mondiale del Qatar, iniziato tra le polemiche, rischia di finire in tragedia.

dirette costanti ogni giorno da tutto il mondo

TvPlay.it proprietà di WEB 365 Srl – Piazza Tarquinia 5 – 00183 Roma RM – P.Iva IT12279101005 – redazione@tvplay.it
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma con numero 62/2023 del 17/04/2023

Gestione cookie