Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Da Cannavaro a Kroos, il Real Madrid ci riprova dopo il Mondiale: pronti 100 milioni

Florentino Perez

Da Cannavaro, passando per Di Maria e Kroos. Il Real Madrid sa cosa significhi pescare giocatori post Mondiale. Ecco la lista.

Il Mondiale è da sempre una vetrina importantissima. Mettersi in mostra durante la principale competizione globale può veramente svoltare la carriera di un calciatore.

Florentino Perez, presidente Real Madrid
Il presidente del Real Florentino Perez (ANSA)

Tra le società che da sempre fanno grande affidamento al Mondiale c’è il Real Madrid. I Blancos hanno infatti molto spesso investito su calciatori che, durante la competizione, si sono distinti per prestazioni e qualità superiori alla media.

Real Madrid, quando il Mondiale è una vetrina

Bellingham Mondiali
Jude Bellingham, centrocampista dell’Inghilterra (ANSA)

E’ notizia delle ultime ore che il Real Madrid vuole Bellingham in vista della prossima estate. Florentino Perez è stra convinto delle qualità del giovane talento inglese e vuole chiudere la trattativa con il Borussia Dortmund il prima possibile, entro la fine di gennaio. Sul piatto oltre 100 milioni di euro e un ingaggio tra i 10 e i 15 milioni a stagione.

Bellingham è stato uno dei giovani che si è messo maggiormente in mostra durante la kermesse qatariota e non sarebbe il primo giocatore a passare al Real Madrid dopo aver fatto molto bene durante un Mondiale. I precedenti dai primi anni 2000 ad oggi sono diversi. Il primo di questa curiosa lista fu Ronaldo ‘Il Fenomeno’, che dopo aver alzato da protagonista assoluto la Coppa del Mondo nel 2002/03, passò dall’Inter ai Blancos.

Nell’anno del trionfo italiano in Germania (2006) fu il pallone d’oro Fabio Cannavaro ad approdare in terra spagnola. Il Mondiale del capitano azzurro fu un qualcosa di indimenticabile, vicinissimo alla perfezione a livello di leaership e prestazioni. Non a caso arrivò il premio individuale e la conseguente chiamata dal club più rinomato a livello mondiale.

Stessa sorta per il trio Angel Di Maria, Mesut Ozil e Sami Khedira. Poco più che ventenni, i tre furono tra i protagonisti del Mondiale del 2010. L’Argentina uscì ai quarti, mentre la Germania in semifinale. Nessuna delle due nazionali alzò il trofeo, ma la competizione permise comunque ai tre talenti di approdare al Real Madrid: Di Maria dal Benfica, Ozil dal Werder Brema e Khedira dallo Stoccarda. Il resto è storia nota. Un trio che ha fatto poi le fortune di vari club europei.

Gli ultimi, a livello temporale, ad aggiungersi a questa lista sono James Rodriguez e Toni Kroos. Dopo il Mondiale del 2014, vinto proprio dalla Germania, il centrocampista Kroos passò dal Bayern Monaco al Real Madrid. Appena 24enne, il metodista tedesco fece il salto più importante della sua carriera, che gli permise di togliersi qualsiasi soddisfazione a livello sportivo. Stesso tragitto per il mancino d’oro James: artefice di una grande competizione con la sua Colombia, Rodriguez passò ai Blancos, lasciando il Monaco.

Ora potrebbe essere il turno di Jude Bellingham. Il talentuoso centrocampista è pronto a spiccare il volo per fare la storia con la maglia delle ‘merengues’.

 

 

dirette costanti ogni giorno da tutto il mondo

TvPlay.it proprietà di WEB 365 Srl – Piazza Tarquinia 5 – 00183 Roma RM – P.Iva IT12279101005 – redazione@tvplay.it
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma con numero 62/2023 del 17/04/2023

Gestione cookie