Kvaratskhelia, idee e talento: il campione difende la Georgia su Twitter | Cosa sta succedendo

Kvaratskhelia non ci sta. Il campione non si tira mai indietro, soprattutto quando bisogna schierarsi. Non solo in campo.

Napoli e il fattore K. Kvaratskhelia è la variabile dipendente fra i partenopei e i sogni che stanno vivendo. Un uomo che ha preso in mano una città a colpi di classe e professionalità. In barba a chi non ci credeva, con il plauso di chi invece sperava di assistere a qualcosa di unico. Il georgiano lo è: quel nome impronunciabile per molti è diventato consuetudine e un piacevole diversivo alla monotonia.

Kvaratskhelia Napoli
Kvaratskhelia messaggio per la Georgia (TvPlay.it)

Dalle sue parti – in Georgia, con particolare attenzione a Tiblisi – è poesia. Non solo grazie a quello che fa in Italia, ma anche per via dell’influenza mediatica che suscita. Citando Peter Parker, che non è georgiano ma internazionale, da grandi poteri derivano grandi responsabilità. L’uomo non si tira indietro, Kvara infatti approfitta del suo momento d’oro per parlare anche di temi importanti: manifestazioni di piazza, in queste ore, stanno popolando la Georgia perché c’è la possibilità che possa uscire dall’Unione Europea.

Napoli, Kvaratskhelia con il cuore in Georgia: il messaggio per la patria

Osimhen Kvaratskhelia
Il georgiano sempre in prima linea per la propria terra (ANSA)

Una sorta di Brexit post litteram che prende le mosse da un excursus russo che non piace agli oppositori. La situazione non è semplice: Kvaradona, come lo chiamano a Napoli, con il cuore è in patria. Lo dimostra su Twitter: un unico, fondamentale, cinguettio. “Il futuro della Georgia è in Europa”. Chiaro, semplice, diretto. Proprio come con la palla tra i piedi: normalmente gli avversari capiscono poco se amministra il gioco lui, ma stavolta il messaggio è arrivato senza fronzoli.

Poco spazio alla fantasia, largo alla concretezza. Kvaratskhelia si schiera e non è il primo calciatore che entra – per usare un termine tecnico – a gamba tesa nella politica. Prendere posizione è importante non solo nel calcio: decidere da che parte stare può agevolare gli schemi oppure farli saltare. Dipende da che punto si guarda il mondo che sicuramente non finisce dentro un pallone a spicchi.

Impostazioni privacy