Ibanez, Lazio bestia nera del brasiliano: quel conto in sospeso con i biancocelesti. I precedenti

Roger Ibanez ha indirizzato il Derby in maniera negativa per la Roma: espulsione per eccesso di foga, ma non è l’unico errore del difensore.

Roger Ibanez deve mettere una croce sopra alle partite contro la Lazio. Nei Derby l’emozione gli gioca brutti scherzi, l’ultimo confronto l’ha dimostrato ancora una volta. Due errori nel giro di poco tempo: leggerezze, eccessi di comportamento, doppio giallo e rosso. Che stavolta non sono i colori societari della squadra d’appartenenza, ma quelli che indicano la sua espulsione. Lascia la compagine di Mourinho in dieci per più di 60 minuti.

Ibanez
Roger Ibanez (ANSA)

Una leggerezza che fa il paio con la prestazione nel Derby d’andata quando – sempre Ibanez – ha regalato il vantaggio ai biancocelesti con gol di Felipe Anderson. Stavolta lascia il campo anzitempo, ma la sua assenza si fa sentire. I giallorossi patiscono l’uomo in meno e provano a pareggiare la partita: ci riuscirebbero anche, ma l’arbitro annulla tutto per posizione irregolare di Smalling. Niente da fare, dunque, l’errore di Ibanez anche in questa occasione pregiudica la gara.

Ibanez, incubo Lazio: i precedenti contro i biancocelesti

Andata e ritorno da dimenticare per la Roma e il brasiliano. C’è anche un altro precedente a rendere tutto più amaro per gli uomini di Mourinho: il 15 gennaio 2021. La Lazio, in quell’occasione, vinse 3-0. Ibanez commise due errori importanti: il primo sul gol di Immobile, il secondo su quello di Luis Alberto. Un difensore in bambola. Contro la Lazio, Ibanez si annulla. Questo è un punto di (ri)partenza su cui riflettere: i giallorossi sono apparsi spenti e senza idee, ma in particolare modo hanno sofferto più del dovuto l’inferiorità numerica.

Lazio Roma Ibanez
Il brasiliano espulso contro la Lazio (ANSA)

Come gestire questa situazione e soprattutto come gestire Ibanez sarà compito di Mourinho: sicuramente il giocatore non è felice. Il rammarico dei tifosi, però, è maggiore. L’uomo con la Lazio ha un conto in sospeso, la Roma – forse – da oggi ce l’ha con l’Europa. La corsa Champions si allontana: Zaccagni punisce una squadra che ha provato a dare tutto, ma le disattenzioni costano care. Il difensore brasiliano comincia a capirlo. Anche troppo secondo alcuni.

Impostazioni privacy