Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Napoli, passo falso e un calendario difficile: la mano di Rudi Garcia per ritrovare certezze

Rudi Garcia

La formazione campione d’Italia è reduce dalla sconfitta con la Lazio e punta a ritrovare certezze in mezzo a un calendario ostico: l’analisi.

Passo falso sì, demoralizzarsi no. Il Napoli raccoglie i cocci della sconfitta contro la Lazio per scacciare via quel velo di malinconia che ha avvolto città e tifosi dopo il primo stop stagionale. Eppure, se si ritorna indietro di un anno, sempre di questi tempi, anche Spalletti conosceva qualche difficoltà, pareggiando contro Fiorentina e Lecce. E’ anche vero che il calendario azzurro non è dei più semplici, con il Genoa a Marassi al rientro dalla sosta, il debutto in Champions con il Braga e nuova trasferta a Bologna, contro una formazione in salute e capace di mettere sotto la Juventus all’Allianz Stadium.

Potenzialmente Garcia, vincendo già contro il Genoa, potrebbe addirittura eguagliare il collega, l’anno scorso fermo a 8 punti dopo 4 giornate. Sarà però il campo a parlare e a rivelare di più di questo Napoli, la cui statura resta decisamente elevata dopo lo strapotere dimostrato nel passato campionato. Sarà poi la mentalità a fare la differenza e a dimostrare che una sconfitta, seppur pesante e fastidiosa, non può scalfire le certezze di una formazione che ha saputo stupire tutti. Per evitare fantasmi, dunque, Garcia dovrà ottenere il massimo dai prossimi tre impegni, insidiosi quanto stimolanti.

Napoli, obiettivo ritrovare certezze e serenità

Fondamentale potrebbe essere l’impronta dei nuovi arrivati, apparsi ancora in fase di rodaggio e non in grado di scalzare la titolarità ad una rosa di altissimo livello. Natan, ad esempio, arrivato per sostituire Kim ha ancora zero minuti e continua la sua full immersion tattica che gli permetterà di introdursi gradualmente in una macchina quasi perfetta. Cajuste ha conosciuto sulla sua pelle tutte le difficoltà della Serie A: un tempo a Frosinone con qualche errore di troppo e sette minuti col Sassuolo per ritrovare gradualmente certezze e serenità. Per non dimenticare inoltre Lindstrom, arrivato sul gong del mercato e pronto a giocarsi le sue carte grazie alla sua duttilità offensiva.

Kvaratskhelia
Kvicha Kvaratskhelia – TvPlay.it

Inutile però dire che il vero salto di qualità dipenderà tutto da Kvaratskhelia. Il colpo dell’estate 2022 di Cristiano Giuntoli ha ribadito al calcio italiano di essere uno dei talenti più luminosi. Gol, assist, dribbling taglienti, accelerazioni mostruose e tanto altro. Le sue prestazioni hanno avuto un impatto clamoroso in Serie A e il nuovo Napoli di Garcia sta risentendo della sua assenza. Il georgiano si è fermato con il Frosinone, ha giocato una mezz’oretta col Sassuolo e quasi un’ora con la Lazio, anche se la sua condizione fisica è ancora lontana dai giorni migliori. Ma il tempo non può che essere dalla parte dei partenopei: Kvara esce dalla normalità, sfugge via con quella velocità supersonica che ha fatto ammattire difensori e avversari. Ecco perché la rinascita del Napoli passa tutta da lui. E scusate se è poco…

Gestione cookie