Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Lazio, aria di rinnovo per Felipe e Zaccagni: presto l’incontro per la svolta

Lazio

Lazio pronta a sfruttare questo momento di pausa per via delle Nazionali per valutare al meglio la questione rinnovi di alcuni calciatori.

Si respira finalmente un’aria diversa a Formello dopo la prima vittoria in campionato. Soprattutto perché la si è ottenuta in casa del Napoli campione d’Italia in un modo alquanto particolare, sfruttando a dovere tutte le debolezze della squadra di casa. Certo, non tutti i problemi della squadra biancoceleste sono stati risolti, gli animi sono ancora surriscaldati e il mercato che ci si è lasciati alle spalle ha lasciato ancora qualche strascico.

Nonostante ciò, i primi tre punti stagionali contro una grande del calcio italiano fanno ben sperare e ora si può pensare alle prossime gare. Intanto, approfittando anche della pausa per via delle gare delle Nazionali, in casa Lazio si inizia a valutare la questione rinnovi. Difatti, vi sono calciatori che reclamano un piccolo adeguamento del proprio ingaggio e in altri casi, c’è invece un contratto in scadenza. Entrambi i problemi vanno quanto prima risolti.

Lazio, aria di rinnovo

L’agenda del presidente Lotito è sempre fitta d’impegni. Nonostante ciò, sicuramente troverà il tempo necessario per arrivare a concludere i dovuti accordi soprattutto con Felipe Anderson e Zaccagni. Per quanto riguarda il brasiliano, secondo quanto viene riportato dall’edizione odierna del ‘Corriere dello Sport’, nonostante abbia il contratto in scadenza a giugno 2024, non ci sono particolari problemi per il rinnovo. Il calciatore vorrebbe chiudere la sua carriere alla Lazio, ha ormai 30 anni e già nel 2020 fece di tutto per tornare a Roma ed un accordo si troverà.

Lazio
Felipe Anderson e il rinnovo con la Lazio (La Presse, TVPlay)

D’altronde, Lotito lo considera come un figlio, Felipe Anderson questa estate ha anche rifiutato le offerte che sono pervenute dall’Arabia Saudita per amore del club. Di conseguenza, un accordo tra le parti si dovrebbe trovare senza grossi problemi. Per quanto riguarda invece Zaccagni, la trattiva con Giuffredi riprenderà dopo la pausa per le Nazionali. Secondo quanto riportato dal ‘Corriere dello Sport’, già questa estate c’è stato un incontro tra il presidente della Lazio e l’entourage del calciatore ma le distanze al momento restano siderali.

Difatti, l’ex Verona guadagna 1,8 milioni l’anno mentre al momento chiederebbe un adeguamento di 3 milioni di euro. Una distanza che va limata e con un contratto in scadenza a giugno 2025, c’è tutto il tempo per trovare un accordo tra le parti. Dunque, con i giusti tempi i biancocelesti formalizzeranno i due rinnovi, salvo sorprese dell’ultimo minuto.

Gestione cookie