Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Juventus, due firme per il futuro: la strategia dei bianconeri

Bremer

La Juventus programma il futuro e due firme permetteranno ai bianconeri di costruire la nuova Vecchia Signora: ecco di chi si tratta.

La Juventus è tornata tale e lo sta facendo partita dopo partita in questa positivissima stagione.

La partenza ha messo subito in chiaro gli obiettivi, con la compagine guidata da Massimiliano Allegri che si trova al secondo posto, inseguitrice dell’Inter capolista.

La grande forza del club, statistiche alla mano, nasce sicuramente dalle capacità difensive che il tecnico toscano ha inserito all’interno della mentalità dei giocatori, che adesso rendono il club piemontese una delle migliori difese del campionato.

Facile a dirsi, meno a farsi. Perché Allegri ha dovuto necessariamente rilanciare Federico Gatti, dopo l’ennesimo ko di Alex Sandro, che nel frattempo era diventato titolarissimo da braccetto mancino dopo le prestazioni di buon livello dello scorso campionato.

Ma anche i guai fisici di Danilo non hanno aiutato nelle scelte il mister toscano, che ha dovuto rispolverare per forza di cose Rugani, da tanto tempo fuori dal giro dei titolarissimi.

Due nomi per costruire il futuro: la strategia della Juventus

E proprio da Rugani si parte: il centrale di difesa che si affermò ad Empoli, infatti, in bianconero non ha mai brillato come gli si chiedeva in precedenza, tanto da finire fuori da ogni sistemazione tattica.

Rugani
Juventus, due firme per il futuro: la strategia dei bianconeri – (LaPresse, TvPlay)

Poi, però, qualcosa è cambiato: se già in estate Manna e Giuntoli avrebbero volentieri rinnovato il contratto al difensore per tenerlo come quinto, adesso che ha scalato le gerarchie, non prolungare sarebbe una follia.

In sei partite giocate da quest’ultimo, i bianconeri hanno subito a malapena una rete, con un posizionamento difensivo generale da fare invidia a tutte le altre compagini del nostro campionato: in 700 minuti totali, infatti, la Vecchia Signora ha preso una sola rete da palla inattiva.

E il merito è anche dell’esponenziale crescita di Gleison Bremer, altro difensore che dovrà necessariamente ricevere un ritocco annuale al contratto.

Se Danilo ha già firmato (fino al 2025), all’ex Torino verrà proposto un prolungamento per un’altra stagione: il suo accordo sarebbe soddisfacente, specie pensando che va in scadenza nel 2027, ma allungare per un altro anno permetterebbe al club di ammortizzare meglio la cifra spesa, considerando che lo stipendio del giocatore è pari a cinque milioni di euro.

Insomma: la Juve di Allegri programma il futuro e quest’ultimo passa da Rugani e Bremer, i pilastri difensivi del momento. Chi lo avrebbe mai detto?

Gestione cookie