Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Gravina, che frecciata a Mancini sulla Nazionale: “Spalletti lavora come…”

Gravina

Dopo la qualificazione aritmentica al prossimo Europeo raggiunta dall’Italia di Luciano Spalletti, Gabrile Gravina ha lanciato una frecciata a Roberto Mancini.

Il campionato di Serie A è tornato ed è capitata subito una grande sorpresa, ovvero la sconfitta della Lazio di Maurizio Sarri contro la Salernitana. La squadra di Filippo Inzaghi, infatti, ha ottenuto quest’oggi la sua prima vittoria del campionato, riuscendo a battere per 2-1 il team capitolino.

Adesso in campo, invece, c’è il Napoli campione d’Italia e l’Atalanta di Gian Piero Gasperini. Proprio ad assistere a questa gara al Gewiss Stadium c’è il nostro ct Luciano Spalletti. Il tecnico toscano, dopo aver raggiunto con la sua Italia la qualificazione aritmetica all’Europeo che si terrà in Germania la prossima estate, sta guardando dal vivo la sua squadra con  cui ha vinto finalmente il suo primo Scudetto.

Il CT, di fatto, ha raggiunto una qualificazione alla massima competizione europea per nazionali affatto scontata. Luciano Spalletti, infatti, è stato chiamato lo scorso agosto da Gabriele Gravina dopo le dimissioni a sorpresa di Roberto Mancini, poi diventato il nuovo selezionatore dell’Arabia Saudita. Proprio sull’avvicendamento tra i due tecnici bisogna registrare delle dichiarazioni del presidente della FIGC

FIGC, che frecciata di Gabriele Gravina a Roberto Mancini: “Con Spalletti abbiamo svoltato, lavora come se fosse in un club”

Gabriele Gravina, infatti, ha rilasciato queste dichiarazioni ai microfoni ufficiali di ‘Radio 24’: “Cosa posso dire su Roberto Mancini? Che con Luciano Spalletti abbiamo svoltato, lavora come se allenasse un club. Parla con società, tecnici, va a vedere gli allenamenti ed ha voluto anche una stanza attrezzata a Coverciano. Questi primi mesi sono andati oltre le mie più rosee aspettative. I tifosi possono stare tranquilli”.

Gravina con Spalletti
Gabrile Gravina ha elogiato il lavoro di Luciano Spalletti (LaPresse) tvplay.it

Il massimo dirigente della FIGC ha poi terminato il suo intervento: “Quarta fascia? Nella prima ci sono tante big. Bisogna avere sempre una particolare attenzione alla Germania, considerando che ospita la manifestazione. Se dobbiamo considerare proprio questo momento, forse, sarebbe meglio la quarta fascia, rispetto alla terza o alla seconda”. 

L’Italia di Luciano Spalletti, di fatto, rischia di pescare al sorteggio del prossimo 2 dicembre ad Amburgo un girone davvero difficile. Gli azzurri, visto il percorso avuto nel rispettivo girone, sono terminati in quarta fascia, con la possibilità così di poter pescare anche un raggruppamento di ferro. Nel frattempo, i tifosi italiani sperano che la loro Nazionale possa difendere il più a lungo possibile il successo ottenuto nel 2021 a Wembley contro l’Inghilterra.

Gestione cookie