Juve ceduta: annuncio improvviso all’Assemblea degli Azionisti

Juve ceduta: annuncio improvviso all’Assemblea degli Azionisti

Nell’assemblea degli azionisti tenutasi in casa Juventus, è arrivata la dichiarazione shock che farà certamente discutere tutti

Squadra di calcio e società per azioni, la Juventus è certamente uno dei club più importanti al mondo. Vincere trofei è l’obiettivo principale per il club bianconero che, al contempo, mira a crescere sempre più il suo fatturato ed il valore del brand.

Dal punto di vista sportivo, questa dev’essere la stagione della rinascita, con i bianconeri secondi ed attesi dalla supersfida contro l’Inter che mette in palio il primo posto. Ed anche extracampo c’è da cancellare la brutta pagina del caso plusvalenze che ha portato il club ad essere penalizzato in campionato nella scorsa stagione.

Intanto, a livello societario, è andata in scena la consueta Assemblea degli azionisti della Juventus, svolta per la gestione e l’approvazione dei bilanci. Un appuntamento classico per le società di alto rango, soprattutto quelle quotate in borsa e con un CdA a capo della gestione.

L’azionista bianconero invoca la cessione: “Spero la Juve venga presto venduta”

A presiedere l’assemblea era presente il patron John Elkann, CEO della società controllante Exor e che di fatto lo scorso anno ha azzerato l’intero Cda dopo lo scandalo plusvalenze che ha portato alle dimissioni Andrea Agnelli, il cugino di Elkann.

richiesta di cessione della juve
L’azionista ha chiesto la cessione della Juve (Ansa) – Tvplay.it

Dopo gli interventi dell’attuale presidente del club Gianluca Ferrero e del nuovo amministratore delegato Maurizio Scanavino, a prendere la parola in assemblea è stato un piccolo ma rilevante azionista. Ovvero Andrea Danubi, che in casa bianconera è celebre per sollevare spesso polveroni ed essere critico nei confronti della proprietà.

Danubi ha richiesto ed auspicato a gran voce la cessione del pacchetto di maggioranza della Juventus da parte della famiglia Agnelli. Il suo discorso ha riguardato soprattutto la gestione degli ultimi anni e la differenza sostanziale tra le ultime dirigenze ed i profili che hanno guidato la Juve in passato, a suo dire di maggiore rilievo, spessore e autorevolezza.

Mi auspico che la Juventus sia ceduta, ma non a arabi, cinesi o rabbini”, è la frase di Danubi che farà sicuramente discutere. Non solo per aver criticato la proprietà attuale dei bianconeri, ma anche per aver posto dei paletti in maniera non proprio edulcorata. Parole che però non sembrano avere un seguito concreto, visto che Elkann e la Exor hanno sempre smentito voci su una presunta cessione delle quote, definendole prive di ogni fondamento.

Gestione cookie