Esonero Pioli, spunta un nome sensazionale: tifosi in festa

Esonero Pioli, spunta un nome sensazionale: tifosi in festa

Stefano Pioli è sulla graticola dopo i recenti risultati negativi: spunta un nome sensazionale per sostituirlo e farebbe felici i tifosi

Il Milan deve uscire dalla crisi di gioco e risultati che sta affliggendo la squadra, con Stefano Pioli che non riesce a dare continuità alle prestazioni positive mostrate dal gruppo. Non è solo demerito del tecnico di Parma, ma anche colpa dei tanti infortuni che praticamente in ogni reparto l’allenatore deve fronteggiare quotidianamente.

Sta di fatto che contro il Borussia Dortmund è arrivata una sonora sconfitta davanti al pubblico di San Siro e ora il percorso verso gli ottavi di finale è sempre più irto. Bisognerà vincere contro il Newcastle in una trasferta molto complicata e sperare che l’incrocio dei risultati con i tedeschi e il PSG permetta ai rossoneri di centrare una qualificazione che sarebbe clamorosa. I problemi però, restano anche in campionato, dove il Milan è tornato alla vittoria contro la Fiorentina, ma senza convincere del tutto e con la vetta della classifica che resta comunque lontana.

In molti chiedono la testa di Pioli, attribuendo diverse colpe alle scelte di chi sta in panchina e pensando che un nuovo tecnico possa dare una svolta alla squadra. Si parla tanto di chi potrebbe prendere il suo posto se le cose dovessero precipitare nelle prossime settimane e nelle ultime ore è spuntato un nome a sorpresa per i meneghini.

Milan, dall’esonero di Pioli al nome a sorpresa: spunta Shevchenko

È difficile che, a stagione in corso, si arrivi a un allenatore di primo piano, come potrebbe essere Antonio Conte, proprio perché profili del genere solo in rari casi accettano squadre in corso e progetti costruiti da altri.

Spunta un nome a sorpresa per il Milan in caso di esonero di Pioli
Shevchenko è stato proposto, ma non scalda la dirigenza del Milan (ansafoto) – tvplay.it

Se proprio Pioli dovesse essere esonerato, attenzione quindi a un traghettatore, un leader ponte tra il progetto attuale e quello che inizierà a partire da giugno prossimo. In quest’ottica, secondo quanto riporta ‘Sport Mediaset’, alcuni intermediari hanno proposto Andriy Shevchenko. Non è un nome come gli altri e per tanti potrebbe essere parecchio suggestivo rivedere un calciatore che ha vinto il Pallone d’Oro e scritto la storia rossonera proprio su quella panchina.

Potrebbe rimanere solo per alcuni mesi, fino a giugno, ma comunque non è un’ipotesi che scalda la dirigenza del Milan. In caso di esonero, si vaglieranno altri profili, e un’ipotesi affascinante come quella di Sheva rischia di rimanere solo una suggestione sullo sfondo.

Gestione cookie