Mercato Napoli, nuovo portiere e addio Meret a gennaio: la situazione

Novità importanti di mercato in casa Napoli: Alex Meret dopo gli ultimi errori può dire addio già a gennaio, ecco un nuovo portiere

In casa Napoli torna il “problema” Meret: il portiere, probabilmente uno dei migliori della sua generazione, incappa costantemente nell’errore che pregiudica quanto di buono fatto fino a quel momento. Perché nel calcio si ha la memoria corta e in pochi ricordano i salvataggi, le parate, i risultati salvati. Soprattutto se sei un portiere e sei inevitabilmente solo, l’ultimo baluardo posto a difesa della porta che se sbaglia provoca più rumore rispetto ad errori di difensori o attaccanti.

Ad Alex Meret va così e di sicuro non ricorderà con piacere la serata di mercoledì scorso quando il Real Madrid ha trovato nel finale la rete del vantaggio su una grave incertezza dell’ex Spal. A Napoli, piazza da sempre esigente, si è riaperto il “caso Meret” con diversi tifosi e addetti ai lavori pronti a chiedere la testa del portiere. Lo vogliono in panchina, addirittura ceduto. Ma è possibile arrivare a tanto? Da che parte sta la società?

Mercato Napoli, nuovo portiere e addio Meret a gennaio: la situazione

Farei giocare subito Gollini e poi a gennaio prenderei un altro portiere, cedendo Meret. Sarà bravo o meno ma al momento mancano proprio i presupposti per una serena permanenza di Meret al Napoli”, sentenzia così senza mezzi termini il noto giornalista Paolo Del Genio. Ma sono in molti a pensarla come lui: a Napoli vogliono Gollini adesso e un nuovo portiere a gennaio. Sarà davvero così?

Addio Meret Napoli
Meret può salutare: Gollini gioca titolare (LaPresse) – Tvplay

Improbabile, per non dire impossibile. Difficilmente la società e Mazzarri in primis scaricheranno in maniera così evidente Meret. Anche perché l’errore col Real ha fatto seguito a tante buone prestazioni, anche contro le merengues prima dell’errore decisivo. Magari Gollini troverà più spazio, a partire dal match imminente di Coppa Italia contro il Frosinone, ma per il resto le gerarchie restano designate. A meno di clamorosi risvolti o ulteriori errori in serie del portiere.

Per il futuro la situazione, invece, può essere diversa. Di sicuro a gennaio il pacchetto dei portieri dovrebbe restare questo, la prossima estate invece potranno essere fatte nuove valutazioni. E se Meret non dovesse convincere, a quel punto non è esclusa una cessione. Ma ogni ragionamento di questo tipo è rimandato quanto almeno al prossimo giugno. Non va dimenticato, peraltro, come il club azzurro sia proprietario anche di Elia Caprile, ceduto in prestito all’Empoli in avvio di stagione ed attualmente infortunato.

Impostazioni privacy