Annuncio Panatta, colpo di scena Sinner: è già polemica

Clamoroso annuncio di Panatta su Jannik Sinner: scoppia una nuova feroce polemica nel mondo del tennis italiano

Il mondo del tennis italiano è in subbuglio. Sono passate poche settimane dal trionfo degli azzurri in Coppa Davis, eppure quel trionfo che ha riempito di gioia tutti gli appassionati sembra già distante nel tempo. Non passa giorno, infatti, in cui non arrivino frecciatine, accuse o addirittura gravi critiche contro quei giocatori che hanno scritto una pagina di storia del nostro tennis. Su tutti il numero uno, Jannik Sinner.

La portata dell’impresa del tennista di San Candido evidentemente ha scatenato non solo grande felicità tra i tifosi, ma anche un pizzico d’invidia tra chi avrebbe voluto vivere tali emozioni, o chi le ha vissute e teme che la propria gloria possa in qualche modo essere scalfita dai successi dei ragazzi di oggi.

A far discutere, in particolar modo, non sono state stavolta le dichiarazioni fuori luogo di Nicola Pietrangeli, o quelle a volte ambigue di Adriano Panatta, bensì parole chiarissime e per certi versi durissime dell’altro Panatta, Claudio, pronto a stuzzicare il tennista altoatesino pur di rimarcare i meriti del più celebre fratello.

Claudio Panatta ‘attacca’ Sinner: la frecciatina fa discutere i tifosi

Non tutti lo ricordano, ma il mondo del tennis italiano ha avuto un altro Panatta in classifica negli anni Ottanta. Si tratta di Claudio, fratello minore di Adriano. Un onesto giocatore in grado di conquistare in carriera quattro finali, vincere un torneo a Bari e raggiungere anche la posizione numero 46 nel ranking mondiale.

Intervistato dal Corriere della Sera in giorni particolarmente euforici e felici per il tennis italiano, l’ex tennista ha quindi potuto esprimere il suo parere su Sinner. E nonostante non abbia potuto fare a meno di elogiarlo, ha sottolineato ancora una volta quanta distanza ci sia ancora tra lui e Adriano.

Parole Claudio Panatta su Sinner
Claudio Panatta ‘attacca’ Sinner: parole chiarissime (Ansa) – TvPlay.it

Non ho mai invidiato mio fratello, non ho fatto paragoni, altrimenti sarei impazzito“, ha spiegato Claudio. Dal suo punto di vista il tennis italiano non ha mai avuto infatti un giocatore pari, quanto a talento, ad Adriano.

E nemmeno Sinner, che pure sta crescendo e migliorando, al momento è vicino al livello del fratello maggiore: “Jannik è fortissimo, ma Adriano ha reso popolare il tennis nel nostro paese. Nessuno è come lui“. Un punto di vista chiaro ed esplicito, per certi versi anche originale e non offensivo.

Da dichiarazioni del genere Sinner, che tra l’altro fin qui ha sempre rifiutato i paragoni con campioni del presente o del passato, può infatti trarre lo stimolo per cercare di migliorarsi ancora. A partire dal 2024 in cui è atteso da un salto di qualità definitivo anche nei tornei che hanno consacrato Panatta e Pietrangeli alla leggenda: quelli dello Slam.

Impostazioni privacy