IVAN ZAZZARONI: “ALLEGRI E MOURINHO NON POSSONO FARE BEL CALCIO CON GIOCATORI SCARSI”

Ivan Zazzaroni, direttore del “Corriere dello Sport”, è intervenuto ai microfoni di TVPlay: il commento alle critiche su Allegri e Mourinho.

“ALLEGRI E MOURINHO SI ADATTANO AL MATERIALE SCADENTE” – “Non è retroguardia ma avanguardia, non piacciono queste mode e tendenze poco strutturate. Allegri e Mourinho non possono fare un bel calcio perché hanno giocatori scarsi. Per me i tecnici devono mettono i giocatori nelle posizioni giuste e dare un’impronta difensiva alla squadra, poi il risultato sia fondamentale se ci arrivi attraverso la qualità tanto meglio ma rifiuto il discorso che non siano capaci o non aggiornati e all’improvviso i maestri siano diventati i vari De Zerbi. Ci sono tanti modi per fare calcio ma dipende dalla qualità dei singoli e ti devi adattare al materiale che hai a disposizione. Oggi alla Juve o alla Roma dove vuoi andare se pensi di costruire gioco”.

“DE ZERBI HA DELLE IDEE MA POI DEVI VINCERE” – “De Zerbi ha delle idee che esprime sul campo ma poi devi vincere. Quando vai nelle big devi fare un altro calcio e avere i giocatori. Fino a quando rimani al Brighton o al Sassuolo c’è un limite, è un mestiere diverso allenare il Real Madrid o farlo al Bologna”.

“GUARDIOLA FACILITATO DALLA QUALITA’ DEI CALCIATORI”– “Ho grande stima di Guardiola che ha migliorato tanti giocatori che però avevano del potenziale e così è più facile fare bel calcio. Il famoso tiki taka ora lo ho abbandonato, spende tantissimo per giocatori come Haaland che non mi sembra di palleggio. Ho visto per la decima volta il Manchester City contro la Stella Rossa, c’erano giocatori che saltavano l’avversario e andavano in verticale non più il famoso palleggio perché il modo di giocare lo fanno i calciatori”.

“GASPERINI HA FATTO SCUOLA MA IN UNA DIMENSIONE DIVERSA” – “Gasperini è un caso anomalo, ha insegnato tanto e creato una scuola che è stato imitato da tanti allenatori. E’ un modo di fare calcio diverso in una dimensione comunque più piccola. Anch’io io mi diverto di più a vedere l’Atalanta che però ricordo non ha mai vinto nulla”.

“ALLEGRI NON VUOLE RESTARE ALLA JUVE, PER MOURINHO DIPENDE DA FRIEDKIN” – “Allegri ha pochissima voglia di restare alla Juve, dovrebbero cambiare delle cose che a oggi non sono cambiate. Per Mourinho invece dipende se vanno una mossa i Friedkin e capiscono che hanno un maestro in panchina altrimenti va via. Al momento non ce nessun tipo di avvicinamento anche se lui resterebbe volentieri alla Roma”.

Impostazioni privacy