Luca Koleosho, dagli Stati Uniti alla Premier League: chi è il talento che stuzzica Spalletti

Luca Koleosho può diventare la nuova stellina dell’Italia: chi è il giovane talento sbarcato in Premier League che piace al ct Spalletti.

L’Italia, seppur con più fatica del previsto, è riuscita a qualificarsi ai prossimi Europei che giocherà da campione in carica. Una pressione maggiore per gli azzurri, chiamati a difendere il titolo vinto la scorsa edizione con Mancini. Oggi però in panchina c’è Spalletti che ha subito riportato un po’ di entusiasmo perduto e guarda con attenzione le future stelle della sua Nazionale.

Tra le maggiori promesse c’è Luca Koleosho, ragazzo molto interessante che il ct azzurro ha iniziato a corteggiare. Il classe 2004 è fresco dell’esordio con l’Italia Under 21, festeggiato lo scorso novembre, ma teoricamente può ancora rappresentare altri paesi. La sua storia infatti è molto particolare, parte dagli Stati Uniti e oggi sta scrivendo una nuova pagina in Premier League.

La scorsa estate il 19enne è stato acquistato dal neopromosso Burnley, attualmente ultimo in classifica a pari punti con lo Shieffield United, con cui sta avendo l’opportunità di giocare con continuità nel campionato più affascinante e competitivo al mondo. Al netto di un recente infortunio al ginocchio ha giocato praticamente tutte le partite da titolare mettendosi in evidenza nonostante le difficoltà della squadra.

Nazionale, Spalletti “studia” Koleosho: la sua storia

In Inghilterra, contro i calciatori e le squadre più forti al mondo, non stanno passando inosservate le prestazioni di Luca Koleosho, nativo americano ma di sangue anche italiano come suggerisce il suo nome. Tutto deriva delle origini della madre canadese a cui si aggiunge un padre nigeriano che offre al giocatore la possibilità di indossare la maglia di quattro Nazionali maggiori avendo altrettanti passaporti.

Luca Koleosho, la storia del ragazzo che ha fatto innamorare Spalletti
Luca Koleosho, attaccante del Burnley (LaPresse) – TVPlay.it

La speranza di Spalletti è che l’esterno offensivo del Burnley, autore del primo gol in Premier League nello scontro salvezza con lo Shieffield United di inizio dicembre, scelga la divisa azzurra a differenza per esempio di Matias Soulé. Il fantasista del Frosinone, di proprietà della Juve, è stato avvicinato dall’ex allenatore del Napoli ma alla fine ha deciso di giurare fedeltà all’Argentina.

Al momento invece Koloesho, che ha giocato nelle giovanili sia degli Stati Uniti che dell’Italia, sta aspettando l’evolversi dei fatti avendo anche ricevuto più volte la chiamata del Canada senza però mai esordire, a causa di cancellazioni e scioperi vari, né in amichevole né in una gara ufficiale. E’ proprio quest’ultima situazione il fattore determinante per cui non potrà più tornare indietro.

Oggi però la sua scelta sembra indirizzata verso l’azzurro e anche per questo Spalletti, come ammesso in un’intervista (“Stiamo seguendo con attenzione diversi giovani all’estero, lui è un profilo piuttosto interessante”), è pronto a sferrare l’assalto decisivo con la prima convocazione. Forse è un po’ prematuro pensare che possa fare parte della spedizione per Euro 2024 ma Koleosho deve avere ancora un po’ di pazienza perché la sua occasione sembra davvero molto vicina.

Impostazioni privacy