Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

NISII: “KVARA? LE DIFESE SANNO COME AFFRONTARLO. INTER, ARNAUTOVIC NON VA”

Kvara non è più lui

Il giornalista e speaker radiofonico Federico Nisii è intervenuto in diretta su TvPlay

“BOVE PUO’ DIVENTARE UN GRANDE GIOCATORE” –Il rinnovo di Bove? Per trattenere un giocatore non ci sono armi, ma detto questo la Roma e il giocatore hanno tutta l’intenzione di proseguire insieme. Ha saputo sfruttare le occasioni che Mourinho gli ha concesso. La definizione che Mourinho ha dato di lui, di cane malato, forse è limitativa. Bove è esponente di una giovane generazione di calciatori che studiano all’università ed è importantissimo. Studiare aiuta a giocare a calcio”.

“GIUSTA LA MULTA A MOURINHO” – “La multa di Mourinho? È un patteggiamento, non è un regalo a Mourinho. Le sue dichiarazioni più pesanti e che avrei evitato sono quelle sulla sicura ammonizione di Mancini contro il Sassuolo: poteva nascondere un certo condizionamento. La critica a Marcenaro accusato di scarsa stabilità emotiva è un giudizio tecnico duro, ma non offensivo”.

“KVARA? ORMAI LO CONOSCONO” –Kvaratskhelia? Ho l’impressione che le squadre avversarie abbiano trovato le contromisure alle sue giocate. Già durante il girone di ritorno dello scorso anno è stato meno decisivo e letale rispetto al girone d’andata. Su Dybala ho invece la sensazione che abbia un problema di ipocondria al di là dei reali problemi fisici con cui deve fare i conti“.

“INTER SUPER MA SENZA RISERVE DI LIVELLO IN ATTACCO” –L’Inter è la squadra più forte del campionato, non ci sono dubbi. Se proprio devo trovarle un difetto è la mancanza di sostituti all’altezza in attacco: è evidente che Arnautovic e Sanchez non siano allo stesso livello di Lautaro Martinez e Thuram. Ma per il resto non c’è paragone tra i nerazzurri e le altre rivali per la corsa allo scudetto“.

Gestione cookie