MotoGP, è stata davvero una mazzata: è tutto svanito (per ora)

E’ stato un Mondiale avvincente quello di MotoGP, deciso solo all’ultima Gara. Ora è tempo di bilanci in vista della prossima annata e c’è chi recrimina

Formula 1 e MotoGP, le due regine del Motorsport hanno regalato emozioni diametralmente opposte nelle ultime due annate. Se tra le monoposto dominano, senza rivali, Max Verstappen e la sua Red Bull, in MotoGP, la lotta per il Mondiale si è decisa in extremis.

In entrambe ha trionfato Pecco Bagnaia. L’alfiere della Ducati, nel 2022, ha prevalso su Quartararo al termine di una rimonta pazzesca nella seconda parte di stagione. Quest’anno, invece, Pecco ha dovuto vedersela contro Jorge Martin. Lo spagnolo, con la sua Ducati del team Pramac, se l’è giocata fino al weekend di Valencia, compromettendo definitivamente le sue chance di sorpasso in vetta con una caduta nel GP conclusivo, nel quale avrebbe dovuto vincere e sperare in un mancato piazzamento del rivale.

Al di là dell’epilogo sfortunato, è stata una stagione pazzesca per Martin. Vincitore di 12 Gare tra Sprint e GP della domenica, lo spagnolo ha sfiorato l’impresa di diventare il primo pilota di un team satellite a trionfare in un Mondiale MotoGP. Inevitabile, comunque, qualche rimpianto e non solo per il secondo finale.

Martin, tutto svanito: per ora non se ne fa nulla

Nel finale di stagione, si è ipotizzato un possibile approdo di Martin nel team ufficiale Ducati al posto di Enea Bastianini. Per quest’ultimo un Mondiale decisamente altalenante tra cadute e infortuni che ne hanno limitato la presenza in pista. Una sola vittoria per Enea nel GP di Indonesia.

Le possibilità di un Dream Team in Ducati con Bagnaia e Martin sulla stessa moto sono state vanificate dalla situazione contrattuale di Bastianini, già certo del suo posto in Ducati ufficiale nel 2024 come ribadito in più di un’occasione dal suo agente, Carlo Pernat.

Jorge Martin addio Ducati ufficiale
Jorge Martin ci aveva sperato davvero (Ansa) – Tvplay.it

Era tutto vero, comunque. Che Martin sia stato vicino alla Ducati factory lo ha confermato lui stesso in una recente intervista in cui si è detto rammaricato per la mancata promozione: “Non so cosa devo dimostrare di più – si legge nelle dichiarazioni di Martin riportate da corsedimoto.com – Per Enea è stata una stagione difficile ma ha corso 14-15 Gare vincendone una peraltro con una pressione dell’anteriore a 1.2″.

Nella stessa intervista, Martin ha minacciato anche un possibile addio a Ducati: “La mia priorità è una squadra ufficiale e il mio obiettivo è la Ducati. Se non mi vogliono cercherò qualcos’altro. Se vedo che migliora anche Honda può essere un’opzione”.
Ducati che si appresta ad accogliere Marc Marquez il prossimo anno. Un protagonista in più, in Mondiale che si prospetta già avvincente.

Impostazioni privacy