AGOSTINELLI: “INTER, CON L’ATLETICO UNA BATTAGLIA. LAZIO, COL BAYERN NON E’ IMPOSSIBILE”

L’ex giocatore e ora allenatore Andrea Agostinelli è intervenuto in diretta su TvPlay

“SABATINI OK PER LA SALERNITANA” –Sabatini e il presidente della Salernitana avranno fatto un programma per rinforzare la squadra. Ci sarà una rivoluzione all’interno della squadra: servono giocatori importanti per rimettere in carreggiata un campionato che non sta andando molto bene“.

“INTER, OCCHIO ALL’ATLETICO. INZAGHI E’ UMILE” –L’Inter avrà grandi difficoltà contro l’Atletico, che secondo me è una squadra dello stesso livello del Bayern. Sarei felicissimo se l’Inter riuscisse a centrare grandi traguardi, conosco benissimo Simone Inzaghi ed è una persona umile, oltre ad essere un grande professionista. Nessuno gli riconosce l’impresa dell’anno scorso che ha portato l’Inter in finale di Champions League. Se vincerà lo scudetto e andrà avanti in Champions gli verranno riconosciute le sue qualità“.

“CONTRO Il BAYERN NON E’ IMPOSSIBILE. KANE E’ SUPER” –Il sorteggio in Champions della Lazio? Se i giocatori più forti saranno al massimo della forma i biancocelesti potrebbero avere il 40% di possibilità di passare il turno contro il Bayern Monaco. In questo momento non ha neanche il 15% di andare ai quarti, ma tra due mesi tutto può cambiare. I nuovi giocatori della Lazio non hanno praticamente mai segnato, lo stesso Immobile sta attraversando un periodo molto difficile. Il Bayern è l’avversario più difficile, ma se tutti i top player biancocelesti dovessero tornare in forma perché non credere alla qualificazione? Mi fa paura Harry Kane, è un attaccante fenomenale”.

“LAZIO, PRENDI ESEMPIO DA PEDRO” –Della Lazio preoccupa il fatto che i giocatori dello scorso anno non stanno rendendo al massimo delle loro possibilità. Con i nuovi acquisti, penso soprattutto a Kamada, bisogna avere un po’ di pazienza. Faccio un esempio, Pedro ha vinto tutto in carriera ma corre e dà sempre il massimo. Lui è un vero campione e gli altri devono seguire il suo esempio. Non credo che esistano giocatori che scendono in campo senza passione. La professionalità è un’altra cosa“.

“COPPA ITALIA, NAPOLI-FROSINONE PARTITA APERTA” –Gli ottavi di Coppa Italia sono un’incognita: Napoli-Frosinone sarà una partita aperta. Gli azzurri partono favoriti ma con un turn così ampio da parte dei due allenatori può succedere di tutto. Ricordiamoci della Cremonese l’anno scorso che ha eliminato prima il Napoli e poi la Roma. Nel Frosinone c’è Caso, un ex Cosenza che mi piace moltissimo. Il turn over? Trovo sia giusto far riposare i titolari: Mazzarri vuole vedere su quali giocatori può contare per il prosieguo del campionato. Li vuole vedere anche perché  li conosce poco“.

“MOURINHO? PUO’ RESTARE ALLA ROMA SOLO CON I RISULTATI” –Mourinho? La professione di allenatore è legata solo ai risultati. Se lui non dovesse portare i risultati la proprietà potrebbe decidere di non rinnovargli il contratto. Bisogna essere pratici. Lui ha una forza di portare i tifosi della Roma dalla sua parte, ma alla fine conteranno sempre i risultati. I gol del Bologna arrivano da azioni studiate ma alla fine dipende tutto dai giocatori. Non vedo più i capitani veri nelle squadre: oggi ci sono dei capitani che non rappresentano più i propri compagni. Mourinho può permettersi di criticare la squadra in pubblico per il suo curriculum, ma alla lunga rischia di sfasciare lo spogliatoio. Chi ha Dybala e Lukaku non può non lottare per il quarto posto”.

Impostazioni privacy