Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

D’Angelo a TVPLAY: “L’Argentina ama specchiarsi troppo, attenzione alla Croazia. Manca qualcosa per il rinnovo di Skriniar con l’Inter”

D'angelo a tvplay

Il giornalista della Gazzetta dello Sport, Vincenzo D’Angelo, è intervenuto ai microfoni di TVPLAY. Ecco la sua analisi

Vincenzo D’Angelo, giornalista de La Gazzetta dello Sport, è intervenuto nella diretta di TvPlay su Twitch per parlare delle ultime novità in casa Inter e non solo. Di seguito le sue dichiarazioni:

D'angelo a tvplay
Logo TvPlay

SU MODRIC – “Ha raggiunto un livello stratosferico Modric. Lui come Messi è tutto quello che c’è dietro alla Croazia, lui è un leader assoluto, dove prende i compagni e gli spiega cosa devono fare e cosa possono migliorare. Lui è un po’ il fratello maggiore di tutti i calciatori della sua nazionale, si prende tutte le responsabilità e questo fattore rappresenta la grandezza del fuoriclasse in toto”.

SU LAUTARO MARTINEZ – “Lautaro è un calciatore che vive periodi lunghi di pausa. Parlo del livello realizzativo, e per me ha giocato bene con l’Arabia Saudita, al di là dei gol annullati. Dopo la prima gara Lautaro ha avuto prestazioni non del tutto esaltanti, stasera è probabile che parti dalla panchina. Devo dire che l’altra sera si è preso una responsabilità enorme, l’attaccante dell’Inter si è presentato sul dischetto con la sicurezza di fare gol. Lasciare uno come lui in panchina è un lusso, che poche squadre hanno. La Croazia è una squadra che, se nella partita per 90 minuti, può davvero mettere chiunque in difficoltà, loro non si arrendono mai e restano sempre aggrappati alla partita, vedi Brasile. Questo è un avversario tosto per l’Argentina, che spesso non e stata lucida e convincete in questo mondiale, ma sicuramente dispone di singoli di una immensa tecnica”.

SU CROAZIA E ARGENTINA – “La Croazia manca di un centravanti che ti garantisca il gol sicuro. Sicuramente manca un po’ di peso specifico a livello dei centravanti e ti dico che comunque non deve pensare a lasciare la gara in mano all’Argentina, i croati devono scendere in campo per fare la loro partita e dare del filo da torcere agli argentini. L’Argentina a volte si piace troppo e tende a specchiarsi troppo, sarà una gara equilibrata tutto sommato”.

SUL MERCATO DELL’INTER – “Le percentuali del rinnovo di Skriniar restano alte, ma c’è qualcosa che ancora manca tipo l’accordo sui bonus. Bisogna avvicinarci alla cifra proposta dal PSG in estate, portare Skriniar a essere uno dei più pagati della rosa è l’obiettivo della società nerazzurra. Per il mercato l’Inter se non fa uscite non prende nessuno”.

Gestione cookie