Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Calciomercato Serie A, chi ripara con chi: sogni e obiettivi delle big per gennaio

Serie A, mercato di riparazione delle sei big

Calciomercato Serie A, chi ripara con chi: sogni e obiettivi delle big per gennaio. Dal 2 al 31 la finestra del mercato invernale

Il calciomercato è da sempre la fiera dei sogni. A volte realizzabili, molto spesso proibiti. E anche la prossima e ormai imminente finestra invernale, che aprirà lunedì 2 gennaio per concludersi martedì 31, è destinata a non fare eccezioni. Soldi da investire non ci sono, le casse delle società sono desolatamente vuote. Ciononostante le big cercheranno comunque di puntellare i rispettivi organici con l’obiettivo di lanciare l’assalto ai propri obiettivi.

Serie A, mercato di riparazione delle sei big
Calciomercato Serie A: i sogni e i colpi delle big (TvPlay.it)

A una settimana dall’inizio ufficiale delle trattative proviamo ad analizzare in dettagli sogni, obiettivi concreti e progetti delle cosiddette grandi, le sette squadre che occupano le prime posizioni della classifica e che mirano a centrare gli obiettivi in ballo, dallo scudetto alla Conference League. Iniziamo con la squadra che ha finora dettato legge in campionato, il Napoli capolista.

Napoli, Bereszynski a un passo: Giuntoli lavora già per giugno prossimo

Il Napoli è per ovvie ragioni la squadra che ha meno bisogno di cambiamenti nell’immediato. L’unico innesto espressamente richiesto da Luciano Spalletti è un terzino destro in alternativa a Di Lorenzo. Nelle prossime ore dovrebbe in tal senso andare in porto lo scambio tra Alessandro Zanoli e Bartosz Bereszynski con la Sampdoria.

De Laurentiis programma
Aurelio De Laurentiis – TvPlay.it

Nel frattempo il ds Giuntoli è già al lavoro per gli eventuali rinnovi di Zielinski e Lozano (più difficile). Il grande obiettivo dell’estate è il centrocampista marocchino Ounahi dell’Angers, rivelazione dei mondiali qatarioti. Ma c’è da superare una folta e agguerrita concorrenza, soprattutto da Premier League e dalla stessa Ligue1.

Milan, caccia a un secondo portiere. Maldini stregato da un giovane attaccante

I campioni d’Italia del Milan, secondi a otto lunghezze di distanza dal Napoli, non hanno in programma investimenti significativi a gennaio. Tutti gli sforzi o quasi sono rivolti all’ingaggio di un secondo portiere in grado di sostituire al meglio l’infortunato Maignan. Il preferito dalla dirigenza e dallo stesso Stefano Pioli è Marco Sportiello dell’Atalanta, che a giugno se ne andrà da giocatore svincolato.

Paolo Maldini programma
Paolo Maldini – TvPlay.it

Ma per il trentenne estremo difensore di Desio la dirigenza orobica chiede un indennizzo di circa 7 milioni di euro, di fatto uno sproposito. Maldini e il ds Massara sono convinti di poter ridurre le pretese dell’Atalanta. L’obiettivo principale del Milan però non è un nuovo acquisto, ma il rinnovo del suo attaccante di maggior talento, Rafael Leao.

Finora i contatti tra le parti non hanno prodotto l’auspicata fumata bianca e da qui a giugno il Diavolo dovrà prendere una decisione definitiva. In caso di cessione del giovane portoghese l’estate prossima, il prossimo mercato rossonero è destinato a riservare parecchie sorprese.

Juventus, il caos societario blocca il mercato: un terzino e nulla più

A gennaio il mercato di riparazione sarà l’ultimo dei pensieri dello staff juventino. Inutile far finta di niente: in base all’esito dell’inchiesta Prisma il futuro della società bianconera prenderà una piega piuttosto che un’altra. Per quanto riguarda la sfera tecnica, con il recupero di tutti gli infortunati ad eccezione di Pogba, Massimiliano Allegri ha a disposizione una squadra forte e completa in tutti i reparti.

Allegri chiede un terzino
Massimiliano Allegri – TvPlay.it

L’unico ruolo in cui il tecnico livornese amerebbe avere un’alternativa in più è quello di terzino destro: Mahele e Karsdorp rappresentano due possibili opzioni a basso costo. Per il resto il ds Cherubini è necessariamente fermo in attesa degli sviluppi processuali.

Lazio, Sarri vuole un vice-Immobile: Lotito e Tare prima devono cedere

Dall’alto di un eccellente quarto posto, la Lazio di Maurizio Sarri può ambire legittimamente a centrare la qualificazione in Champions League. Il tecnico biancoceleste, anche in vista dei tanti impegni legati alle altre competizioni che partiranno tra gennaio e febbrario, Coppa Italia e Conference League, vorrebbe poter contare su un altro attaccante, possibilmente un vice Immobile.

Tare in attesa di sviluppi
Igli Tare – TvPlay.it

Il presidente Lotito e il direttore sportivo Igli Tare vorrebbero accontentarlo ma sono bloccati dal ritorno del famigerato indice di liquidità, che ha condizionato anche il mercato laziale durante l’estate scorsa. In pratica, prima di acquistare qualcuno il club capitolino deve prima vendere qualcun altro.

Inter, nessun colpo a gennaio: i rinnovi di Skriniar e Bastoni sono le urgenze

A quota 30 punti, gli stessi della Lazio, c’è l’Inter vicecampione d’Italia. Anche per i nerazzurri le chance di acquistare nuovi elementi a gennaio sono piuttosto remote. Le pesanti sofferenze del bilancio non consentono voli pindarici, così che l’amministratore delegato Beppe Marotta dovrà concentrare tutti gli sforzi della società sui rinnovi di contratto di elementi chiave come Milan Skriniar e Alessandro Bastoni.

Marotta lavora ai rinnovi
Beppe Marotta – TvPlay.it

Le trattative per i due difensori vanno avanti da tempo ma all’orizzonte non si intravede una soluzione favorevole ai colori nerazzurri. Per quanto riguarda il mercato vero e proprio, non è azzardato sostenere che il vero rinforzo di gennaio dell’Inter porti il nome di Romelu Lukaku. Il centravanti belga sta lavorando con grande intensità per recuperare quanto prima la migliore condizione possibile.

Roma, Mourinho chiede a gran voce almeno 3 rinforzi: Friedkin però è bloccato

La Roma, settima con 27 punti e staccata di tre lunghezze dalla zona Champions, è la squadra che avrebbe maggiori necessità di intervenire a gennaio sul mercato in entrata. E’ arrivato a parametro zero l’attaccante norvegese Ola Solbakken, ma a Josè Mourinho non basta. Lo Special One vorrebbe almeno un centrocampista e un altro difensore per rendere la rosa più competitiva.

Tiago Pinto mediatore
Tiago Pinto – TvPlay.it

L’ostacolo che si frappone tra la Roma e un mercato consistente già a gennaio è il rispetto dei parametri del nuovo fair play finanziario. L’accordo stipulato con la UEFA non può essere disatteso, soprattutto alla luce della sofferenza economica che limita i movimenti della società in sede di campagna acquisti.

Ciononostante il dg Tiago Pinto sta provando a centrare un obiettivo di alto profilo come il centrocampista del Sassuolo, Davide Frattesi. La trattativa potrebbe andare in porto nel caso in cui il club giallorosso decida di sacrificare i due talenti del vivaio ormai stabilmente in prima squadra, Edoardo Bove e Christian Volpato.

Gestione cookie