Caso Totti, avvocato Scalingi: “E’ solo un problema penale, non della FIGC”

Caso Totti che impenna come non mai a causa della questione scommesse. Da capire se è solo una questione penale o anche federale.

Non è certamente un periodo felice per Francesco Totti che, dopo aver dovuto affrontare la questione relativa alla separazione con Ilary Blasi, deve risolvere adesso la questione relativa ad alcune operazioni sotto osservazione dall’Antiriciclaggio. Insomma, un momento non semplice per l’ex capitano giallorosso che adesso, come nel 2020, stando alle informazioni di stampa che menzioneremo tra breve, dovrà difendersi e dare delle spiegazioni in merito ad alcuni movimenti bancari.

Caso Totti
L’avvocato Federico Scalingi spiega la situazione a TV Play

Secondo quanto viene riportato da ‘La Verità’ e da ‘Calciomercato.com’, dagli ultimi controlli effettuati dall’Antiriciclaggio sul conto di Francesco Totti, risulterebbero depositati dei risparmi depositati legati a delle scommesse. L’ultimo movimento bancario sarebbe di 80mila euro e sarebbe un prestito inviato sul conto di un’anziana pensionata residente ad Anzio. Tale conto, sarebbe cointestato con la figlia della pensionata, che sarebbe una dipendente della società Sport e salute che è una controllata dal ministero dell’Economia.

Caso Totti, parla Scalingi

Sicuramente, degli ultimi risvolti ne parlerà sicuramente il diretto interessato o chi per lui, dando spiegazioni plausibili, così come fu nel 2020 quando il legale dell’ex giallorosso spiegò i vari movimenti bancari. In effetti, il conto in questione è già sotto osservazione da tempo e si è già potuto evincere come vengano effettuati bonifici per scommesse online. Insomma, un qualcosa di cui già si sa e di cui Francesco Totti ha già ampiamente spiegato.

Caso Totti
Totti (Tv Play

In questo caso però, c’è qualche rischio? Perché si continua a tenere sotto controllo il suo conto corrente? A cercare di dare qualche spiegazione in merito è stato l’avvocato Federico Scalingi, ex amministratore delegato del Napoli dell’era Ferlaino e che conosce molto bene il mondo del calcio e quello legale: “Non essendo tesserato con nessun club, Francesco Totti sportivamente non rischia niente. Il problema, qualora dovesse realmente esserci, potrebbe essere di carattere penale. Un interessamento di FIGC e Coni? Confermo che non può esserci un loro interessamento in merito”.

Impostazioni privacy