Real Madrid-Manchester City, il pareggio di De Bruyne è irregolare! | Le immagini

Real Madrid-Manchester City, un pareggio che rimane indigesto a Carlo Ancelotti soprattutto per come è arrivato.

E’ stata una semifinale di andata con i fiocchi quella tra Real Madrid e Manchester City. D’altronde, quando si gioca in Champions League, non ci si può far altro che aspettare due squadre che giocano a viso aperto. Le squadre di Ancelotti e Guardiola così hanno fatto per tutta la gara, anche se sono arrivati soltanto due gol. Belli entrambi, anche se il secondo viziato da una irregolarità di cui l’arbitro avrebbe dovuto tener conto.

Real Madrid-Manchester City
Furia di Ancelotti per il gol del City (TVPlay)

Un piccolo errore che potrebbe pesare sull’andamento della gara di ritorno e sul risultato complessivo. Una valutazione sbagliata che ha fatto perdere la pazienza perfino ad uno calmo e professionale come Carlo Ancelotti che è stato addirittura ammonito per le proteste durante la partita. Un qualcosa che forse non si è mai visto in questi anni dal tecnico ex Milan, Napoli e Chelsea.

Real Madrid-Manchester City, che errore

Andiamo però con ordine. Perché Carlo Ancelotti si è arrabbiato tanto? Perché si parla di gol irregolare da parte del City? Il gol della squadra di Pep Guardiola, a quanto pare, sarebbe “viziato” da un fallo laterale che sarebbe dovuto andare agli spagnoli e non fischiato da Artur Soares Dias. Una palla alta che arriva sul filo della linea laterale e che Bernardo Silva la riesce a girare dentro al campo al volo. Peccato che il pallone, come suggerirebbero le immagini di BEIN Sports al termine del match, potrebbe aver oltrepassato il campo.

Real Madrid-Manchester City
Le immagini che portano al gol del city (TV Play)

Se così fosse, il gioco andava interrotto e non ci sarebbe potuto essere il gol di De Bruyne. Purtroppo però così non è stato e la squadra di Guardiola ha agguantato il pareggio. Molto amareggiato è sembrato Carlo Ancelotti che a fine gara ha espresso il suo pensiero a riguardo: “Arbitro poco attento nella gestione dei cartellini e in alcune situazioni, come i calci d’angolo. In una semifinale bisogna essere attenti. La palla era fuori dal campo. Questo è quanto. Lo dice la tecnologia. Non capisco perché il VAR non abbia controllato. L’arbitro non ha prestato attenzione a molte cose stasera”.

Dunque, per quanto il VAR non sarebbe mai potuto intervenire perché gli inglesi stavano attaccando dopo che ad aver perso la palla era stato Camavinga, la speranza è che nella gara di ritorno vi sia un arbitro molto più attento anche a questi piccoli particolari.