Juventus, sei tornata: ora il sogno scudetto può diventare realtà

Juventus che battendo il Verona può ritornare anche se per 24 ore prima in classifica, da un segnale chiaro al campionato italiano.

Quanto è mancata la Vecchia Signora nelle parti alte della classifica ma soprattutto, quanto è mancata nella vera lotta per lo scudetto. Se si conta che, l’ultima Juventus che ha veramente lottato e vinto il titolo è stata quella di Maurizio Sarri, si capisce bene che sono passati troppi anni. A distanza di tre anni, i bianconeri hanno finalmente l’opportunità di ritornare in pista e di contendersi ciò che di solito, per tradizione, sono abituati a vincere.

Intanto, se domani sera la squadra di Allegri dovesse riuscire a vincere contro il Verona di Marco Baroni, riuscirebbe anche solo per 24 ore ad assaporare il primato in classifica, in attesa che Inter e Milan giochino le loro partite. Un primo posto derivante da dei sacrifici e da un impegno settimanale che la Juve ci sta mettendo proprio per riscattarsi da questo lungo periodo difficile e di insuccessi che ha fatto registrare dopo 9 anni di grandi risultati.

Juventus e il sogno scudetto

Sono passate ben 124 partite da quanto la Juve ha festeggiato il suo ultimo scudetto e adesso, tocca rimediare o quanto meno provarci. In quella occasione, a vincerlo fu Maurizio Sarri che andò a sostituire proprio Massimiliano Allegri. Adesso però, tocca a colui che già ne ha vinti 5 in bianconeri, riportare il tricolore a Torino. E per farlo serve continuare a mantenere l’andamento che si sta avendo allo Stadium: 10 punti guadagnati in 4 partite e nelle ultime due gare interne, 0 gol subiti.

Juventus
Allegri pronto a ritornare sul tetto d’Italia (La Presse, TVPlay)

Dati interessati che, se aggiunti anche all’ottimo risultato ottenuto a ‘San Siro’ contro il Milan, fanno capire anche come questa giovane squadra stia facendo dei grandi passi in avanti verso quel sogno chiamato scudetto. Certo, alla Continassa nessuno ne parla ma lavorando settimanalmente e senza coppe di mezzo, tutto realmente è possibile.

C’è anche poi un dato in favore dei bianconeri, che fa ben sperare: nei 32 incontri a Torino, il Verona non ha mai vinto. Per questo motivo, è presumibile pensare che, qualora la squadra di Allegri dovesse scendere in campo con convinzione e ferocia e non commettere gli errori di Sassuolo, potrebbe aggiudicarsi la partita e il momentaneo primato in classifica.

Dunque, non resta che attendere la partita di domani per vedere quali sono i nuovi progressi dei giovani di Massimiliano Allegri e se la squadra riuscirà a conquistare il primo posto in classifica.

Impostazioni privacy