Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Juve, Hojbjerg o Phillips per gennaio: la richiesta di Allegri spiazza tutti

Mercato Juventus

La Juventus si muove sul mercato in vista di gennaio: Hojbjerg e Phillips nel mirino ma la richiesta del tecnico Max Allegri ha sorpreso tutti

Il secondo posto in campionato, l’obiettivo prioritario della qualificazione alla prossima Champions League ed il sogno scudetto; la Juventus vola e punta al tricolore dopo una stagione – la scorsa – davvero tribolata. Ecco perché Giuntoli e Manna si sono mossi in vista di gennaio per poter rinforzare la formazione e regalare ad Allegri ulteriori alternative.

La squadra mercato del club bianconero lavora incessantemente con il centrocampo da rinforzare; Allegri ha infatti perso sia Pogba che Fagioli e la coperta in quella porzione di campo è decisamente corta. E così diverse le piste sondate dai bianconeri, soprattutto in Premier League. Hojbjerg del Tottenham è il preferito ma gli Spurs sparano alto per il danese; ecco perché non manca l’alternativa, pista che conduce direttamente al giovane Kalvin Phillips del Manchester City, da acquistare con la formula del prestito.

Soluzioni che garantirebbero qualità e quantità alla mediana della Juve ma sembra proprio che sia arrivato una sorta di stop da Max Allegri nelle ultime ore. Il tecnico ha costruito un gruppo coeso, con equilibrio ed avrebbe fatto capire alla dirigenza come i nomi sul tavolo non gli siano particolarmente graditi.

Juve, la decisione di Allegri: cambia tutto

L’allenatore non vede nei profili sondati gli uomini in grado di regalare un innalzamento della qualità a discapito della possibilità di rompere l’equilibrio sottile fin qui creato. D’altronde fin qui il tecnico ha puntato su Locatelli, un play sicuramente atipico, non con i piedi alla Pirlo per intenderci, ma capace di regalare le giuste dinamiche di gioco alla squadra.

Mercato Juve
Max Allegri, richiesta di mercato alla Juve (Ansa Foto) – Tvplay

Accanto a lui il pupillo di Max Allegri, quel Rabiot in grado di interpretare al meglio le due fasi come nessun’altro e Miretti, il calciatore cresciuto in casa che si sta specializzando nel diventare una mezz’ala di incursione. Il tutto senza dimenticare McKennie, buono praticamente per ogni zona del campo, da esterno ad interno sempre con il massimo rendimento.

Ecco perché la Juve potrebbe anche non effettuare operazioni in entrata, considerato come la squadra sia in lotta per un solo obiettivo quest’anno; una soluzione, questa, che permetterebbe di risparmiare milioni di euro da investire poi in estate quando probabilmente servirà un mercato imponente, da Champions. Ed in quest’ottica entra Berardi, il possibile primo rinforzo, un pallino di Allegri che potrebbe finalmente cambiare la sua Juve e schierarla con il tridente.

Gestione cookie