Infortuni Serie A, da Leao a Scamacca: quando rientrano i big

Quasi conclusa la 14ª di Serie A e nuovi infortunati eccellenti fanno piangere le big, vediamo chi sta peggio e quanto dovranno stare ai box i top player.

Il calcio è una delle cose che più divide nelle discussioni e nei punti di vista, c’è una cosa però che mette tutti d’accordo, a partire proprio da calciatori, allenatori e dirigenti: si gioca troppo. Questo fattore è anche quello più incidente nel determinare i tanti infortuni che rischiano di compromettere la stagione di alcuni club o comunque di alterare più del dovuto gli equilibri del torneo.

Nessuna tra le big sorride particolarmente, ma alcune piangono decisamente più di altre. L’ultima in ordine di tempo è sicuramente l’Atalanta. I nerazzurri di Gasperini infatti oltre ad aver già ai box, Palomino, Toure attesi rispettivamente per il prossimo turno e quello successivo, hanno in infermeria anche Zappacosta e Toloi di cui ancora non si riesce a stabilire la data del rientro. A questi però si è aggiunto anche Gianluca Scamacca, che ne avrà almeno fino a Natale. I bergamaschi in compenso recuperano De Ketelaere.

Il sorprendente Bologna invece dovrà tenere botta ancora per almeno un mese prima di veder rientrare alcuni lungodegenti che potranno dare un’ulteriore mano a Thiago Motta, a partire da Karlsson, atteso per la 17ª giornata. Se ne riparlerà probabilmente verso la 19ª invece per quanto riguarda Soumaoro e Orsolini, ancora incerta invece la situazione per Bonifazi.

La Fiorentina dovrebbe riabbracciare molto presto Mandragora, rimasto out per il match contro la Salernitana per via di un’influenza. Da valutare con cautela invece le condizioni di Bonaventura. Ancora un mese e mezzo di attesa invece per il ritorno di Castrovilli.

La zona Champions

Mentre la Roma aggancia il Napoli al quarto posto Mourinho spera di riuscire a mantenere il trend positivo fino a gennaio, quando il club si spera che intervenga in difesa. Smalling è stato ormai scaricato, ma alla ripresa potrebbero rivedersi anche Kumbulla e Abraham.

Il Barcellona offre 20 milioni per il big dell'Inter
Denzel Dumfries (Lapresse) – Tvplay.it

Buoni propositi e speranza per l’anno nuovo anche per il Napoli, in cui a tornare disponibili per il primo match del 2024 dovrebbero esserci Mario Rui e Olivera. Ancora incerta invece la data di rientro per quanto riguarda Lindstrom.

Nell’ultimo turno non si sono aggiunti nuovi casi alla crisi perenne nonché emergenza assoluta, specialmente in difesa, del Milan e questa è già una notizia. Com’è noto Pioli non rivedrà ancora per diversi mesi Kalulu e dovrà aspettare almeno fine gennaio anche per Thiaw. Il primo a ritornare dovrebbe essere Leao, insieme a Sportiello e forse Pellegrino. Per il portoghese si spera già per il match contro l’Atalanta, esami decisivi oggi. Per Okafor invece se tutto va bene lo svizzero dovrebbe esserci per l’ultimo match prima di Natale.

In casa Juventus buone notizie per Allegri, che dovrebbe tornare ad avere a disposizione Weah nel giro di un paio di settimane. Decisamente meno buone invece per l’Inter, che già aveva ai box Pavard, nonostante il recupero di Bastoni perde in un colpo solo gli olandesi De Vrij e Dumfries per i quali però devono ancora essere resi noti i risultati degli esami.

Impostazioni privacy