Juve, non arrivano buone notizie: è finito ko

La Juventus non ha pace: è finito ko e non sarà disponibile, proseguono le brutte notizie per Max Allegri. Cosa sta accadendo e la reazione dei bianconeri

Secondo posto in classifica a due lunghezze dall’Inter per la Juventus che nel giorno dell’Immacolata ospiterà il Napoli sconfitto ieri proprio dai nerazzurri. I bianconeri non si possono più nascondere considerata la classifica ed il rendimento della formazione guidata da Allegri.

Ben 10 successi in campionato, una sola sconfitta e la seconda difesa meno battuta del torneo. Numeri davvero importanti che fanno di Chiesa e compagni la vera – forse l’unica – antagonista dell’Inter. Ecco peché Giuntoli e Manna lavorano sottotraccia in vista di gennaio. Alla Continassa ci credono eccome, la possibilità del titolo esiste, ecco perché non lasceranno nulla di intentato.

Ciò significa anche intervenire sul mercato alla ricerca di un profilo che possa rinforzare la squadra. Il focus è totalmente sul centrocampo, lì dove Allegri ha la coperta un po’ corta. E proprio in questo campo arrivano brutte notizie per il tecnico che non potrà disporre di uno dei suoi pupilli.

Juve, brutto infortunio per lui: la diagnosi ed i tempi di recupero

La Juventus non potrà più puntare su Fabian Ruiz; lo spagnolo è stato infatti depennato dalla lista dei possibili innesti a causa di quanto accaduto ieri. Nella gara dei parigini contro il Le Havre, l’ex Napoli ha infatti rimediato un grave infortunio alla spalla.

Infortunio Juve mercato
Fabian Ruiz ko: la Juve cambia obiettivo (Ansa Foto) – Tvplay

I primi esami evidenziano una forte lussazione ma al momento non sembrano esserci tracce di fratture. Ciò nonostante, nuovi esami saranno condotti sulla parte infortunata nei prossimi giorni ma il rischio è davvero altissimo. Il rientro in campo di Fabian Ruiz, infatti, non dovrebbe arrivare prima del 2024, con almeno un mese di stop quindi.

Ecco perché Giuntoli e Manna non hanno più nel mirino lo spagnolo ma, anzi, hanno cambiato obiettivo. E così si punta con maggior forza su Rodrigo De Paul in forza all’Atletico Madrid oppure su Lazar Samardzic dell’Udinese. Una sorta di corsa a due, con Spertsyan decisamente in seconda fila. Il tutto, ovviamente, non considerando eventuali colpi a sorpresa di Giuntoli.

L’ex ds del Napoli, proprio nella sua esperienza all’ombra del Vesuvio ha dimostrato di saper lavorare – e molto bene – attraverso abili depistaggi portando poi a casa nomi che mai erano spuntati fuori dagli addetti ai lavori. Un modo anche per acquistare calciatori senza che la valutazione di mercato si alzi oltremodo.

Impostazioni privacy