Sinner come Tonali: colpo di scena, tutti di sasso

Sinner come Tonali: colpo di scena, tutti di sasso

Clamoroso colpo di scena che lascia tutti esterrefatti: Jannik Sinner nella scia di Sandro Tonali. Ecco tutti i dettagli

Anche se nelle ultime settimane lo scandalo scommesse illegali non monopolizza più le prime pagine dei quotidiani sportivi e le home page dei siti, il fuoco cova sotto la cenere. Insomma, l’inchiesta avviata dai pm della Procura della Repubblica di Torino va avanti anche se nel frattempo si sono spenti i riflettori.

Chi, quindi, pensa, e forse spera, che il suddetto scandalo possa essersi chiuso con la squalifica, rispettivamente a 7 mesi ed a 10 mesi, di Nicolò Fagioli e Sandro Tonali rischia di andare incontro a un’amara delusione.

Lo scandalo potrebbe allargarsi coinvolgendo altri calciatori e perfino altri sportivi di primissimo piano. In particolare, una notizia che circola in queste ore sta lasciando tutti esterrefatti: Jannik Sinner, l’eroe della Coppa Davis, come Sandro Tonali!

Jannik Sinner e Sandro Tonali: cosa hanno in comune

Il talento di San Candido si sta allenando al caldo della Spagna, per la precisione ad Alicante, in vista del suo esordio nella nuova stagione agli Australian Open, in calendario dal 14 al 28 gennaio, dove sarà testa di serie numero 4: mai un tennista italiano è stato così alto nel main draw del primo Slam stagionale.

Una quarta posizione nel seeding degli Australian Open che è figlia dello straordinario finale della scorsa stagione di Sinner che ha fatto sognare gli italiani con la finale agli Atp Finals 2023 di Torino, dove ha sconfitto il numero 1 del ranking, Novak Djokovic, poi suo giustiziere nell’ultimo atto del torneo dei maestri, e soprattutto riportando nel Bel Paese l’insalatiea d’argento 47 anni dopo l’impresa di Adriano Panatta e compagni.

Sinner secondo posto top ten guadagni sportivi italiani
Sinner al secondo posto della top ten degli sportivi italiani che hanno guadagnato di più nel 2023 (LaPresse)-tvplay.it

Ma – aspetto tutt’altro che marginale – l’ultimo mese della passata stagione in cui non ha avuto rivali, ha lasciato in dote al campione altoatesino la seconda piazza nella top ten degli sportivi italiani che hanno guadagnato di più nel 2023. Al primo posto svetta Marco Verratti che dopo 11 anni di militanza al Paris Saint-Germain in estate ha detto sì all’offerta di 35 milioni di euro annui dell’Al-Arabi, club del Qatar.

Alle sue spalle, come anticipato, c’è Sinner che ha sfondato il muro dei 3o milioni di euro: 11.3 milioni di euro di prize money cui vanno aggiunti i 15 milioni di euro del contratto con lo sponsor tecnico Nike e i 5 milioni di euro che gli fruttano le sponsorizzazioni con Lavazza, Rolex, Fastweb, Parmigiano Reggiano, Alfa Romeo, Technogym, Intesa Sanpaolo, Pigna e Panini per un totale di 31.3 milioni di euro.

Ben piazzato nella suddetta classifica è anche Sandro Tonali, sesto con gli 8 milioni di euro all’anno netti, che possono arrivare a 10 con i bonus che scattano a raggiungimento di determinati risultati, che accredita sul conto corrente il Newcastle. Tuttavia, in conseguenza della squalifica per il suo coinvolgimento nello scandalo scommesse l’ex rossonero ha accettato una vigorosa sforbiciata allo stipendio, circa 120 mila sterline – al cambio attuale circa 137.562 euro – a settimana che per dieci mesi fanno 5 milioni 777 mila euro. Per tutta la durata della squalifica, dunque, il centrocampista dei Magpies guadagnerà circa un milione di euro. Comunque, non bruscolini.

Gestione cookie