Mondiale per Club 2025, svelate le classifiche: tutte le qualificate di oggi

La FIFA ha svelato le classifiche delle squadre in corsa per la partecipazione al Mondiale per Club 2025: oggi chi sarebbe qualificato.

Il Manchester City ha appena vinto il Mondiale per Club 2023, battendo in finale la Fluminense e allungando la striscia di successi delle squadre europee. Dalla prossima edizione però la competizione cambierà formato come deciso dalla FIFA che ha svelato anche le classifiche attuali delle squadre già qualificate o in corsa per una partecipazione.

Il punto da cui partire è che il numero dei club aumenterà a 32 e il primo inedito torneo si giocherà negli Stati Uniti dal 15 giugno al 13 luglio 2025 mentre i successivi saranno organizzati a distanza di quattro anni. Una formula molto simile a quello della Coppa del Mondo per nazioni per rendere più appetibile il prodotto alle tv e ai tifosi.

Un’altra certezza sono i posti assegnati per le sei federazioni partendo dalla UEFA (Europa, 12 posti), CONMEBOL (Sud America, 6 posti), AFC (Asia, 4 posti), CAF (Africa, 4 posti), CONACAF (Centro e Nord America, 4 posti), OFC (Oceania, 1 posto) e quello per il paese ospitante che in questo caso sarà una squadra di MLS. Secondo i vari criteri a oggi sono 19 le squadre sicure di esserci e di conseguenza mancano 13 posizioni vacanti da riempire.

Mondiale per Club 2025, il quadro provvisorio delle partecipanti

Dopo aver annunciato il regolamento, la FIFA ha messo a disposizione di tutti il quadro provvisorio e in continua evoluzione delle partecipanti al Mondiale per Club 2025. Per tutte le federazioni si considera il periodo tra il 2021 e il 2024 dando l’accesso garantito  per alle vincitrici della principale competizione per club che nel caso della UEFA è la Champions League.

Mondiale per club 2025, le classifiche aggiornate delle federazioni
Gianni Infantino, presidente della FIFA (ANSA) – TVPlay.it

Partendo da questo presupposto sicuramente ci saranno Chelsea, Real Madrid e Manchester City con l’incognita su chi conquisterà l’attuale edizione del 2024. Oltre a questo principio per l’Europa le squadre aggiuntive saranno determinate da uno speciale ranking che considera i risultati ottenuti negli ultimi quattro anni nelle varie coppe con la regola di soltanto due rappresentanti per paese.

Alla luce di questo sistema sono già qualificate anche Bayern Monaco, PSG, Inter, Porto e Benfica. Per gli altri posti tutto dipenderà da come si svilupperà e si concluderà la Champions League in corso. Per esempio Napoli (41 punti) e Lazio (33 punti) possono ancora sperare di scavalcare la Juventus (47 punti), attualmente la seconda italiana qualificate, perché presenti agli ottavi di finale.

Per il calcolo dei coefficienti definitivi si procederà ad assegnare 2 punti per una vittoria a partita (compresi eventuali supplementari), 1 punto per un pareggio a partita (compresi eventuali supplementari) e 1 punto per il passaggio a ciascuna fase successiva. In questo senso gli azzurri dovranno per forza eliminare il Barcellona e almeno ben figurare anche ai quarti di finale mentre ai biancocelesti servirà un vero e proprio miracolo dato che già l’avversario agli ottavi è il Bayern Monaco.

In caso di parità si guarderà in ordine il miglior risultato ottenuto durante il periodo di qualificazione, il miglior risultato più recente, la migliore differenza reti e il maggior numero di gol segnati. Dagli altri continenti invece sono già dentro Palmeiras, Flamengo, Fluminense (vincitori delle ultime Copa Libertadores), Al Ahly (Egitto), Wydad (Marocco), Al Hilal (Arabia Saudita), Urawa Red Diamonds (Giappone), Monterrey (Messico), Seattle Sounders (USA), Club León (Messico) e Auckland City (Nuova Zelanda).

Impostazioni privacy